VALCAMONICA – Il Lago Moro è inquinato: lo dice un’indagine

0

Un’indagine durata oltre un anno e finalizzata ad analizzare le condizioni fisico chimiche del bacino ha portato l’Arpa ad affermare che il Lago Moro è fortemente inquinato.

Lago moroLe indagini, come ha spiegato Roberto Gheza, il presidente dell’associazione Amici del Lago Moro che da anni si impegna a tutelare questo tesoro naturalistico, ha spiegato che le indagini sono state fatte su più livelli e che è emerso che si tratta di un lago meromittico, cioè  privo di un ricambio fra gli strati idrici superficiali e quelli di profondità. Mentre le acque superficiali sono in buona salute, il fondale è del tutto privo di ossigeno e contiene forti concentrazioni di inquinanti, che nel corso del tempo si sono depositati a causa degli scarichi fognari e delle pessime abitudini dei frequentatori del lago.

La soluzione? Per Gheza si potrebbe cominciare col contenere l’inquinamento e col creare un superficie zone adatte allo sviluppo di piante acquatiche dotate di capacità depuranti. Il problema sarà trovare i finanziamenti per fare quanto necessario al fine di salvaguardare la salute del lago. Nel frattempo si stanno concludendo i lavori, sostenuti dal Cai e dalla Comunità Montana della Valcamonica, per il miglioramento della sentieristica e della cartellonistica di tutto il parco.