LUMEZZANE – I 15 anni di attività del Teatro Odeon, apre Maria Paiato

0

Si appresta ad entrare nel 15° anno di attività il Teatro Odeon di Lumezzane, che si è conquistato una posizione di tutto rispetto nel panorama culturale della nostra provincia e vanta una Stagione ormai affermata, con un nutrito calendario annuale che alla principale rassegna di prosa affianca concerti e serate musicali, oltre ad appuntamenti che spaziano dal cinema alla letteratura. Un successo che è frutto di un lavoro costante, basato su un percorso orientato verso scelte artistiche rigorose e mai banali, tese a coniugare innovazione e tradizione, eventi e continuità, attente ad offrire uno spaccato del migliore teatro italiano senza trascurare l’attenzione al territorio. L’impegno si è visto premiato nel tempo dalla partecipazione di un pubblico numeroso e affezionato (le ultime edizioni hanno registrato un aumento degli abbonati al cartellone di prosa di circa l’8 per cento e del numero complessivo di spettatori del 6 per cento), dall’attenzione della critica, dalla reiterata e convinta presenza di artisti di vaglia. Tra i “ritorni” di quest’anno spiccano i nomi di Alessandro Bergonzoni e Maria Paiato.

Sarà proprio lei ad inaugurare il 5 novembre la Stagione 2013/2014: nelle vesti di “Medea”, Maria Paiato farà ritorno sul palco del teatro lumezzanese – per la gioia di un pubblico ormai pienamente conquistato dalle sue splendide interpretazioni precedenti, da Maria Zanella a Erodiade – in un allestimento corale diretto da PierPaolo Sepe.

Dalla nuova collaborazione con il CTB Teatro Stabile di Brescia nasce la proposta di “Tartufo”, che verrà presentato in anteprima assoluta al pubblico dell’Odeon il 21 novembre, prima di approdare al Teatro Santa Chiara-Mezzadri nel cartellone dello Stabile cittadino. L’allestimento diretto da Elena Bucci e Marco Sgrosso, che sapranno trarre dall’inossidabile Molière spunti di riflessione sul contemporaneo, si preannuncia particolarmente interessante per la presenza di talenti bresciani selezionati nell’ambito del Progetto Giovani avviato dal CTB nella scorsa stagione. Partecipazione inedita per l’Odeon sarà quella di GIUSEPPE BATTISTON, che dopo aver conosciuto la popolarità nei più bei film italiani degli ultimi anni si conferma attore temprato anche in teatro con L’INVENZIONE DELLA SOLITUDINE, tratto dal saggio omonimo di Paul Auster.

Non mancheranno alcuni tra i beniamini del vasto pubblico, primo fra tutti il fuoriclasse ALESSANDRO BERGONZONI, con un lavoro tuttora in fase di scrittura. E poi Ale & Franz, Bebo Storti, Lunetta Savino, Emilio Solfrizzi. ALE & FRANZ hanno in cantiere LAVORI IN CORSO, che dal cabaret muove verso una più completa esperienza teatrale. BEBO STORTI in OTELLO SPRITZ affina le già eccellenti qualità interpretative per dare corpo a personaggi dalle numerose sfaccettature, affiancato in scena dai bravissimi Renato Sarti ed Elena Novoselova. La irresistibile coppia SAVINO-SOLFRIZZI è collaudata da due stagioni di crescente successo con la commedia DUE DI NOI (testo divertente ma graffiante di Michael Frayn, autore del più noto Rumori fuori scena) per la regia di Leo Muscato.

Da non perdere infine il GIULIO CESARE shakespeariano per la regia di Andrea Baracco: lo spettacolo è stato scelto in rappresentanza del teatro italiano all’interno del festival olimpico Globe to Globe 2012. La chiusura della Stagione è prevista il 14 giugno con un appuntamento della rassegna musicale ODEON CLASSIC: la ormai tradizionale serata lirica nell’anniversario (il quarto) della scomparsa del tenore GIACINTO PRANDELLI, che a Lumezzane ha avuto i natali.

Alla principale STAGIONE DI PROSA e alla musica di ODEON CLASSIC si affiancano le collaudate SCHEGGE DI CINEMA e la rassegna VERS E US, che di anno in anno rinnova l’attenzione alle culture della comunità con appuntamenti di cui sono protagonisti bande, gruppi musicali, associazioni e compagnie del territorio. In programma quest’anno anche un LABORATORIO di pratica teatrale, e alcune serate dedicate ai più giovani.

La programmazione del teatro Odeon è parte dell’ampio e articolato impegno progettuale coordinato dall’ASSESSORATO ALLA CULTURA del Comune di Lumezzane, attento promotore di iniziative che coinvolgono e vedono interagire i suoi più importanti poli culturali: oltre al teatro, la Biblioteca Civica e Torre Avogadro, sede della manifestazione per bambini e famiglie LA TORRE DELLE FAVOLE.