LIMONE – Turismo a gonfie vele

0

Boom di presenze a Limone sul Garda, che registra un +10% ponendosi in netta controtendenza rispetto agli altri Comuni del Garda Bresciano. Eccellente per tutti il mese di agosto, buono quello di luglio, ma i mesi precedenti registrano un calo di presenze difficile da compensare, eccezion fatta per Limone. Gli albergatori e gli operatori turistici gardesani sperano in un’impennata di arrivi nei mesi di settembre e ottobre, ma vista la crisi che colpisce le tasche degli italiani la probabilità che ciò avvenga è piuttosto scarsa.

LimoneL’assessorato provinciale al Turismo ha diffuso i dati concernenti i flussi turistici da gennaio a giugno: Limone, oltre a confermare una permanenza di soggiorno alta (4,99 giorni) rispetto a Sirmione (3,05) e Desenzano (2,85), incassa uno straordinario + 9,96% di presenze rispetto al 2012. Tale successo deriva probabilmente da un turismo ben organizzato, basato su pacchetti soggiorno settimanali, e dalla capacità del Comune dell’alto lago di attrarre gli stranieri. Ottime anche le politiche di marketing adottate da Limone. Non sono invece brillanti i risultati ottenuti da Sirmione che, nonostante non abbia adottato la tassa di soggiorno, registra un – 5.69% delle presenze. Desenzano vede poi un – 6.52% di presenze. L’assessore Giordano Signori ha spiegato che la permanenza media a Sirmione si è dimezzata a causa del drastico ridimensionamento dei turisti termali.