TREMOSINE – Consiglio comunale: “Chi è indagato si faccia da parte”

0

Dopo il sequestro e il successivo dissequestro degli immobili di Campione, frazione del Comune di Tremosine, si è registrata alta tensione in Consiglio comunale. Dopo un paio d’ore di battibecchi e accuse reciproche tra maggioranza e minoranza sulle vicende legate al recupero urbanistico di Campione, due consiglieri di minoranza del gruppo Tremosine al Centro, Alberto Fezzardi e Stefano Morandi, hanno rassegnato le dimissioni.

Diego Ardigò
Diego Ardigò

Entrambi sono indagati in concorso dalla magistratura per la lottizzazione abusiva di Campione e si sono dimostrati coerenti con la loro idea, secondo la quale chi rappresenta le istituzioni, se indagato, deve farsi da parte in attesa che la magistratura da una parte ed i cittadini dall’altra possano fare chiarezza sulla sua posizione. La loro scelta è stata pienamente condivisa e appoggiata dai consiglieri Valeria Gabrieli e Sergio Facchini del gruppo di minoranza Vivere Tremosine insieme. Al contrario, Gianandrea Arrighini, pur avendo ricevuto due avvisi di garanzia, ha deciso di rimanere al proprio posto.

Il sindaco Diego Ardigò, invece, è stato critico nei confronti delle dimissioni, da lui considerate un modo per lavarsi le mani della situazione in un momento in cui maggioranza e opposizione devono rimanere unite. Ha poi spiegato che le motivazioni dei provvedimenti coi quali sono stati disposti i dissequestri hanno confermato il “fumus” persecutorio e la bontà dell’iniziativa urbanistica assunta dal Comune.