SALO’ – I Carabinieri impegnati nel controllo del terrorio sul Lago di Garda

0

Nel corso di specifico servizio straordinario di controllo del territorio in occasione del Ferragosto, che ha visto impiegati circa 100 militari e 50 mezzi, i militari del Comando Compagnia Carabinieri di Salo’ hanno tratto in arresto 2 soggetti e denunciato all’Autorità Giudiziaria altri 11 (di cui un minore) per varie violazioni.

SONY DSCIn particolare i militari della Stazione CC di Gavardo hanno fermato un marocchino classe 1976 pluripregiudicato per spaccio di sot stupef, mentre si aggirava in quel centro, in un luogo noto per il consumo di stupefacenti. Sottoposto a perquisizione personale il marocchino veniva trovato in possesso di circa 2 grammi di cocaina divisa in dosi, quindi i militari (anche in virtù dei precedenti specifici) decidevano di estendere la perquisizione anche al domicilio dell’uomo, dove ben occultate sotto il frigorifero rinvenivano 8 (otto) dosi di cocaina per complessivi grammi 6 (sei) nonché bilancini di precisione e altro materiale per il confezionamento. Per il marocchino si aprivano nuovamente le porte della camera di sicurezza del Comando (lo stesso fu già arrestato per spaccio e condannato con pena sospesa in due occasioni, il 26.01.2013 ed il 18.05.2013).

Sempre a Gavardo i militari della Stazione CC hanno arrestato un pluripregiudicato di origini slave, classe 1993, già sottoposto agli arresti domiciliari. Il giovane aveva più volte violato le prescrizioni impostegli dal Tribunale, così i militari hanno segnalato le stesse all’organo competente con specifica informativa, ottenendo l’aggravio della misura ed hanno riportato in carcere il pregiudicato. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile invece hanno denunciato a piede libero un minore italiano classe 96 ed un senegalese del 1972 poiché in due distinti episodi gli stessi avevano asportato due telefoni cellulari tipo i-phone a due ragazze. In particolare il senegalese, in un bar, aveva approfittato della distrazione di una cliente per impossessarsi del suo smart phone, mentre il minore in una discoteca aveva rubato “con strappo” dalla borsetta di una turista olandese un i-phone. Quest’ultimo veniva poi rinvenuto dai militari a casa del minore e restituito all’avente diritto.

Nel corso di controlli alla circolazione stradale sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza due giovani (uno dell’82 e uno dell”87) rispettivamente sorpresi alla guida con un tasso alcolico pari a 1,32 g/l e 2,76 g/l; per uso di atto falso (poiché presentava un contratto assicurativo rca contraffatto) è stato denunciato un uomo della Valle Sabbia classe ’79 al quale è stata anche sequestrata l’auto ai fini della confisca. Ad un altro utente della strada è stata sequestrata l’auto poiché circolava sprovvisto di copertura assicurativa.

I CC di Sabbio Chiese hanno denunciato un pregiudicato, sorvegliato speciale con obbligo di dimora, poiché durante un periodo di permesso non ha rispettato le prescrizioni impostegli dal Tribunale.

I militari del Comando Stazione CC di Limone sul Garda  hanno invece denunciato in stato di irreperibilita’ per intercettazione, impedimento o interruzione di comunicazioni informatiche o telematiche e per sostituzione di persona, un pluripregiudicato classe 84 di origini bulgare, senza fissa dimora in Italia. A seguito di controlli presso le strutture ricettive alberghiere del territorio, i militari hanno accertato la presenza del pregiudicato che si era registrato con falsi documenti e da qualche giorno si era reso irreperibile, non facendo piu’ rientro presso l’hotel ove era alloggiato – approfonditi accertamenti hanno consentito di stabilire che lo stesso era dedito all’installazione di apparecchiature tipo skimmer presso sportelli automatici atm bancomat, pertanto veniva effettuata un ispezione nella stanza del soggetto, dove veniva rinvenuta e posta sotto sequestro attrezzatura idonea alla clonazione di carte di credito/pagamento, tra cui un computer portatile e tre dispostivi tipo “skimmer” pronti per essere installati (proseguono le indagini per rintracciare il soggetto).

A Manerba del Garda i militari del locale Comando Stazione hanno denunciato in stato di liberta’ per introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi 4 uomini di origine nordafricana (tutti pregiudicati per reati specifici) che sulle spiagge di Moniga del Garda (BS) e Manerba del Garda (BS) cercavano di vendere ai turisti prodotti contraffatti (accessori, abiti e calzature) riportanti loghi di prestigiose marche nazionali e internazionali. Nell’operazione sono state sequestrate circa 20 borse da donna, 20 capi d’abbigliamento, 10 paia di scarpe, e 50 tra accessori vari.

Infine sono stati sanzionati 4 giovani per ubriachezza, gli stessi infatti dopo aver abusato di sostanze alcoliche, nonostante gli avvertimenti dei militari intervenuti su richiesta di alcuni residenti, hanno continuato ad arrecare disturbo; segnalati all’autorità competente quali abituali assuntori di sostanze stupefacenti complessivamente n° 24 (ventiquattro) giovani, con il sequestro di 18 (diciotto) grammi di s.s. tipo hashish, nr. 6 (sei) grammi di marijuana e nr. 1 (uno) grammo di cocaina.