GARDA – Verso una promozione integrata e planetaria

0

Nei giorni scorsi Massimo Tedeschi ha avanzato la candidatura del lago di Garda a Patrimonio dell’Unesco.

Garda promozioneSi tratta di una proposta fondata non solo sulle bellezze lacustri, che anche quest’anno fanno registrare segno positivo alla stagione turistica, ma anche sull’avvertita esigenza di rilanciare a livello globale un’immagine unitaria del lago, che fino ad ora è rimasto diviso fra tre Regioni e quattro Province che si affacciano sulle sue acque. Quel che manca è un piano integrato di comunicazione, valorizzazione e promozione, che presenterebbe senz’altro maggiore forza contrattuale, immediatezza di ricezione, oltre ad una più efficace penetrazione.

Oltre alle bellezze naturalistiche, sul lago non mancano nemmeno proposte culturali: basti pensare al Muse di Trento o alla Rocca di Lonato. Ancora: numerosissime sono le offerte sportive, con un centro della vela a Gargnano, ma anche quelle musicali e teatrali. Senza dimenticare l’enogastronomia: numerose sono le prelibatezze gardesane con visibilità internazionale. Basti pensare alla qualità dei vini lacustri, dell’olio e del pesce.

Integrare diversità storiche e territoriali, morfologiche e di stili di vita, può diventare fattore di forte interesse ed attrazione turistica. Da qui la necessità di un marchio unico ed unitario che valorizzi tale identità.