CORTENO GOLGI – Cacciatore denunciato per divieto

0

Stop al bracconaggio: attraverso un’operazione volta a contrastarlo, condotta dal Nucleo Ittico Veterinario della Polizia provinciale di Brescia e portata avanti da diverse pattuglie, nei giorni scorsi un cacciatore di Corteno Golgi è stato denunciato per essere stato colto in flagranza di esercizio della caccia in un periodo di divieto.

In modo particolare, l’uomo è stato colto mentre abbatteva un esemplare soggetto a stretta tutela venatoria, appartenente alla “tipica fauna alpina”. Obiettivo dell’operazione, svoltasi nelle zone di alta montagna particolarmente ricche di selvaggina, quello di contrastare il bracconaggio e il commercio illegale della fauna selvatica. Sotto sequestro è finito un camoscio di un anno circa abbattuto illegalmente, munizioni non denunciate ed alcuni fucili. Il cacciatore è stato segnalato all’Ufficio della caccia della Provincia e dovrà quindi risarcire il danno faunistico cagionato. L’uomo è stato segnalato anche alla Prefettura, per la violazione delle norme relative alla custodia delle armi, e alla Questura per i provvedimenti legati alla licenza di caccia.