ROE’ VOLCIANO – Marijuana, hashish e cocaina nella festa al lago tra amici

0

Durante il periodo estivo, su alcune spiagge del Garda, si concentrano gruppi di giovani dediti all’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, i quali degenerano spesso in comportamenti antisociali con inevitabili riflessi negativi sulla percezione di sicurezza dei residenti.

cinofila

Ecco perché nella notte di ieri, 10 agosto 2013, i militari del Comando Compagnia Carabinieri di Salò hanno effettuato un mirato e articolato servizio di controllo del territorio, finalizzato in particolare a prevenire e reprimere il fenomeno dello spaccio e del consumo di droghe tra i giovani.

Al citato servizio hanno preso parte circa trenta militari del Comando Compagnia di Salò, supportati dal Nucleo Carabinieri Cinofili di Orio al Serio (BG), intervenuto con due unità antidroga.

In totale sono state controllate 168 persone e 99 mezzi, ritirate tre patenti di guida: una per guida in stato di ebbrezza, una per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti ed una per eccesso di velocità e guida pericolosa.

Un giovane di Roè Volciano, classe 1994, già noto per altri precedenti di polizia, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Lo stesso, dopo essere stato fermato, ha mostrato evidenti segni di nervosismo ed un più approfondito controllo ha chiarito il perché: in un piccolo marsupio custodiva 22 dosi di marijuana ed un bilancino di precisione. L’unità cinofila antidroga ha fatto il resto, rinvenendo nella sua disponibilità altri 20 grammi di marijuana. Il giovane è stato tradotto nelle camere di sicurezza e dopo il processo per direttissima è stato condannato ad un anno e tremila euro di multa. Un minore è stato invece denunciato a piede libero poiché deteneva 19 dosi di hashish, probabilmente destinate ad essere vendute o cedute a coetanei.

Nel corso del servizio sono poi stati segnalati all’Autorità Prefettizia 18 giovani quali abituali assuntori di stupefacenti, con il contestuale sequestro di 19 grammi di marijuana, 14 grammi di hashish e 1 grammo di cocaina. Solo pochi giorni prima, in un analogo servizio, i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Salò avevano arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti quattro giovani, classe 1991, ‘92, ‘93 e ‘94, uno di essi di origini ucraine già noto per reati inerenti gli stupefacenti poiché nell’estate del 2012 la Polizia di Stato lo aveva fermato per detenzione ai fini di spaccio.

I militari avevano sorpreso i quattro mentre si aggiravano con fare sospetto tra altri gruppi di giovani su una spiaggia pubblica di Salò, e dopo averli osservati per un po’, avevano deciso di intervenire effettuando perquisizioni personali e sul veicolo in loro uso. L’operazione si era conclusa con il sequestro di 10 grammi di marijuana, 30 francobolli contenenti MDMA, 6 grammi di cocaina. I ragazzi avevano giustificato il possesso dei differenti tipi di stupefacente riferendo di aver organizzato una “bella festa” al lago tra amici. L’arresto dei quattro è stato convalidato, ma gli stessi, in virtù della loro giovane età, sono stati rimessi in libertà.

Tali tipologie di servizi continueranno per tutta la stagione estiva al fine di contenere il fenomeno dello spaccio e consumo di droghe nel territorio.