BARDOLINO – Motonave va in avaria di notte, tutti salvi i 60 passeggeri

0

Lo scorso mercoledì notte, a mezzanotte e mezza, è stato lanciato l’allarme: un’avaria ha colpito la motonave Mincio, sulla quale viaggiavano una sessantina di persone per trascorrere una festa notturna in mezzo al lago.

MincioIl rischio era quello di finire contro gli scogli o altre imbarcazioni attraccate nella zona del porto, così la motovedetta della Guardia Costiera è partita dalla base bresciana per soccorrere la Mincio, un rimorchiatore del lago di Garda del 1904 lungo 26 metri e con un motore di circa 300 cavalli, oggi di proprietà della Silmec srl di Sona, che spesso la noleggia per eventi, meeting e giri culturali. Quando la nave è stata colpita dal guasto al motore si trovava al largo della costa, tra i Comuni di Bardolino e di Garda.

La motovedetta della Guardia Costiera, in servizio permanente, in pochi minuti si è spostata sulla riviera orientale del lago per evitare  che la nave Mincio andasse alla deriva: prima di tutto sono stati portati al sicuro i passeggeri, che a gruppetti sono stati trasferiti sul lungolago di Bardolino con un gommone da parte dei Vigili del Fuoco di Bardolino, anche loro accorsi sul luogo; poi uno dei marinai della Guardua Costiera ha riparato il danno al motore, che riguardava la pompa del gasolio. L’operazione si è conclusa all’alba, attorno alle 4, orario in cui la Guardia ha fatto ritorno alla base di Salò dopo aver scortato la motonave Mincio fino al Porto Esterno di Peschiera, dove è abitualmente ormeggiata.

Elisabetta Zardini dello staff del Mincio, che era a bordo,  ha ringraziato tutti per la prontezza e la grande professionalità dimostrata nell’intervento. Il primo cittadino di Peschiera Umberto Chincherini ha commentato il fatto sottolineando a sua volta la professionalità degli uomini della Guardia Costiera e dei Vigili del Fuoco di Bardolino.