RODENGO SAIANO – La giunta si taglia lo stipendio per il fondo di solidarietà

0

In questi giorni è possibile presentare all’ufficio Servizi sociali del Comune di Rodengo Saiano la domanda per accedere al fondo di solidarietà istituito dall’amministrazione Andreoli. “In un momento difficile come quello che tutti stiamo attraversando – spiega lo stesso sindaco – io e tutti gli assessori che compongono la mia giunta abbiamo deciso di fare un gesto concreto a sostegno delle famiglie del nostro paese. Dallo scorso anno abbiamo così voluto ridurre del 30% le nostre indennità, una scelta che abbiamo confermato in questo 2013 e che ci ha permesso di costituire un fondo di solidarietà per provvedimenti anticrisi che è stato messo a disposizione di quelle situazioni di difficoltà che, purtroppo, stanno emergendo sempre di più anche nel nostro paese. Un gesto concreto, magari semplice, ma che vuole rappresentare un aiuto diretto rivolto a chi ne ha bisogno”.

Il Comune di Rodengo Saiano
Il Comune di Rodengo Saiano

Con questa decisione della giunta lo scorso anno le casse comunali hanno potuto risparmiare 30 mila euro, una cifra che dovrebbe venire ripetuta anche al termine di questo 2013. Sono queste somme che sono andate a costituire il fondo di solidarietà per accedere al quale il Comune ha posto requisiti precisi. In questo senso, anche se per qualsiasi informazione rimane a disposizione l’ufficio Servizi sociali, la prima condizione è “essere colpiti da almeno due mesi di riduzione significativa e documentata del reddito” e questo può essere legato a licenziamento, mancato rinnovo di un contratto di lavoro a tempo determinato e riduzione forzata dell’orario di lavoro.

Inoltre per poter usufruire del contributo è necessario essere residenti nel Comune di Rodengo e avere un reddito Isee famigliare (non il semplice reddito totale, ma rapportato ai componenti della famiglia) non superiore a 10 mila euro o superiore, ma antecedente alla documentata riduzione. Le persone che si trovano in queste condizioni possono presentare la domanda per usufruire del contributo che ha un valore di 200 euro al mese per quelle famiglie che già godono di altri sostegni (ammortizzatori sociali), mentre può raggiungere fino a 500 euro al mese per coloro che si trovano in una totale assenza di reddito. E’ doveroso ricordare, infine, che questo tipo di aiuto messo a disposizione dall’amministrazione ha carattere di temporaneità e dura al massimo sei mesi.

Nel caso che dopo questo periodo persista il bisogno della famiglia, il Comune stesso ha individuato altre tipologie di sostegno da definire caso per caso. Si potrà così continuare a offrire un aiuto concreto a cittadini di Rodengo Saiano obbligati a fare gli impegnativi conti con questa crisi persistente. In ogni caso un’occasione da far fruttare a dovere e un motivo in più per guardare con fiducia in avanti per trovare l’uscita da questo lungo tunnel della crisi. L’ufficio Servizi sociali del Comune è a disposizione per qualsiasi informazione e per valorizzare a dovere questa iniziativa.