GARDONE – Torna la tavolata di via Zanardelli. Ricavato al PalaSport

0

Accogliendo le numerose richieste, il Comitato “Acqualunga” Centro Storico di Gardone Valtrompia ha deciso di ripetere anche quest’anno l’esperienza della tavolata lungo via Zanardelli ripresa l’anno scorso dopo anni di interruzione: l’ultima si era svolta nel 1998 con picchi fino a 350 commensali. Adesso però i tempi sono cambiati e, a causa di aspetti organizzativi e burocratici e alla mancanza di uno spazio al coperto abbastanza capiente in cui rifugiarsi in caso di pioggia, gli organizzatori hanno ridimensionato il numero dei posti disponibili fissando un tetto massimo di 180 persone.

Tavolata via ZanardelliNello stesso tempo hanno però deciso che questa iniziativa dovesse avere una finalità di beneficenza, caratteristica del Comitato “Acqualunga” che da sempre si distingue per questo suo impegno solidale. L’associazione, infatti, oltre che essere nota per i suoi numerosi eventi programmati nel corso dell’anno, lo è anche per le iniziative di beneficenza realizzate. Tra queste, i contributi devoluti alla Caritas di Gardone, ai terremotati dell’Emilia e al reparto di Oncologia pediatrica degli Spedali Civili di Brescia. Se a questi si aggiunge l’impegno nell’organizzazione del concerto del 1 Maggio (sempre a scopo benefico) e la collaborazione nella vendita del formaggio per una cooperativa agricola mantovana colpita dal sisma o ai contributi per recuperi di affreschi ai terremoti in Umbria, in Molise, in Abruzzo, all’adozione di bambini dopo lo tsunami, o alla Coop Aquilone piuttosto che al Cireneo o alla Casa di Riposo, si capisce che i volontari del Comitato danno la disponibilità del loro tempo libero non per fini di lucro. E questo continua sempre da ormai 26 anni.

Nonostante il Comitato si trovi a dover fronteggiare delle spese nel corso dell’anno come l’affitto di sedi e magazzini, le utenze e, considerando che negli ultimi periodi i contributi che arrivavano dagli enti pubblici sono stati decisamente ridotti è stato così deciso che il ricavato dell’iniziativa fosse devoluto a favore della ristrutturazione del palazzetto dello Sport di Gardone. “Come si fa a non contribuire, anche se con piccole cifre, per una struttura che è stata il punto di ritrovo e di riferimento per molte generazioni di ragazzi? Come privare le future generazioni di questa opportunità?” dice il comitato. E così Acqualunga si è rimesso in pista e ha programmato per domenica 1 settembre questa tavolata che si terrà nella centrale via Zanardelli alle ore 12,30. Il menù è composto da: cinque pezzi di spiedo, polenta, verdura, frutta, dolce e acqua e vino a volontà.

Le prenotazioni si possono fare entro e non oltre il 26 agosto alla Macelleria Peruchetti, alla Forneria Pangrillo, alla Macelleria Belpitero, al Fruttivendolo Zanelli e Tommy’s bar. Tutte realtà che operano nel centro storico gardonese e che, nel corso dell’anno sono spesso vicine alle numerose iniziative proposte dal Comitato. Solo in caso di maltempo l’iniziativa verrà realizzata nel chiostro di Santa Maria degli Angeli. I posti sono limitati e si consiglia di affrettarsi nell’iscrizione. A tutti i commensali verrà inoltre consegnato in omaggio un biglietto per la “lotteria volante” che vedrà l’estrazione di numerosi e ricchi premi (la maggior parte offerti dagli stessi commercianti). Il prezzo è di 15 euro tutto compreso. Sarà l’occasione per vedere rivivere almeno per una giornata via Zanardelli nella speranza che qualcuno ammirando la bellezza delle abitazioni e delle realtà produttive inattive possa essere stimolato a un recupero edilizio o a intraprendere una nuova esperienza artigianale o commerciale aproffittando anche dei contributi economici che il Comune intende assegnare attraverso un bando aperto poco tempo fa.