GARDONE RIVIERA – Il progetto Eulakes sul clima approda alla fase finale

0

Nei giorni scorsi, nella sede della Comunità del Garda, si è tenuto un convegno sulla salute del lago per analizzare i cambiamenti climatici degli ultimi anni. Ad esso hanno partecipato i sindaci, gli amministratori, gli operatori e numerose associazioni del bacino gardesano.

Garda EulakesIl progetto Eulakes, giunto ormai alla fase finale, è stato finanziato dal Central Europe Programme ed ha coinvolto 9 partner internazionali per studiare gli scenari climatici futuri del lago di Garda, del Neusiedl in Austria, del Balaton in Ungheria e del Charzykowskie in Polonia. Gli studi hanno consentito l’individuazione degli elementi di criticità, che potrebbero causare seri rischi di natura ambientale e socio economica.

La Comunica del Garda, partner del progetto, si è prefitta l’obiettivo di informare dei risultati ottenuti tutti gli attori gardesani al fine di promuovere un dibattito attorno ad un tema così delicato, nella speranza che possano prendere avvio iniziative concrete per rispondere alle sfide future. In modo particolare, l’obiettivo è quello di approdare ad un accordo denominato “Contratto di lago” per la gestione sostenibile del Garda.

L’incontro dei giorni scorsi ha avuto un carattere meramente conoscitivo ed il presidente della Comunità del Garda Giorgio Passionelli ha sottolineato l’esigenza di intervenire in tempi brevi per avviare un percorso congiunto volto a definire una pianificazione strategica e di lungi periodo in grado di garantire la tutela dell’ambiente del bacino benacense.

È stato poi annunciato che il 19 settembre, a Torri del Benaco, si celebrerà l’evento finale di Eulakes,  un’importante occasione per promuovere il tema dei cambiamenti climatici gardesani e pianificare i successivi incontri con sindaci, scuole ed associazioni.