GAVIA – Oltre 2.500 i ciclisti che hanno pedalato con Alberto Contador

0

Sono oltre 2500 i ciclisti che, ieri in mattinata, hanno scalato il passo Gavia insieme al fuoriclasse Alberto Contador tra cui 1558 gli iscritti che, salendo da entrambi i versanti, hanno effettuato la loro scalata con il dorsale personalizzato e autografato dal campione spagnolo. I rimanenti (circa 1000) si sono aggiunti alla partenza.

ContadorL’iniziativa “rhxdueContador”, si è svolta in assoluta sicurezza con strade chiuse al traffico automobilistico su entrambi i versanti, dalle 8.30 alle 16.00. Per questo, un ringraziamento particolare il Comitato Organizzatore lo rivolge alle forze dell’ordine e ai 300 volontari per l’eccellente collaborazione fattiva ai fine della realizzazione dell’evento. Alberto Contador ha realizzato la sua scalata alla cima mitica del ciclismo in 1 ora: “In corsa la concentrazione è sempre al massimo. Quì ho potuto pedalare in relax e apprezzare il piacere della salita e la bellezza della montagna”.

Il Comitato Organizzatore ha assegnato i premi al partecipante più giovane (uomo e donna): Alessandro Pennacchio (classe 2002) e Chiara Borghesi (classe 1999); al partecipante più anziano (uomo e donna): Giovanni Seroldi (classe 1937) e Vincenza Vassella (1942). Il premio anche a chi ha macinato oltre 15 mila chilometri per partecipare all’evento: dall’Australia Danielle Garden, Nusha Lavender e Adam Kerin. Un premio speciale anche a Claudio Pietroboni, che ha scalato la cima in handbike. I premi, occhiali ZeroRh modello Contador e zainetto bike Adamello Ski, sono stati consegnati da Alberto Contador.
Dopo la premiazione sul passo Gavia si è svolta la cerimonia con posa dei busti di Fausto Coppi e di Vincenzo Torriani, realizzati dall’artista Guglielmo “El Duca” Bertarelli. Alla cerimonia hanno presenziato Gianni Torrianni e Faustino Coppi, affiancati da Alberto Contador.

Tra i “ciclisti” in scalata, anche numerosi “sportivi d’eccellenza”: l’iridato del nuoto di salvamento Giovanni Legnani, Alice Maria Arzuffi e Doris Shweizer, entrambe del Team femminile BePink; Laura Scaravonati, bronzo ai Mondiali di MTB Orienteering del 2011; Luca Panichi, ex ciclista corcianese che a seguito di un tragico incidente è costretto su una carrozzina. Ed ancora, alcuni componenti del team paralimpico Trenkwalder Endurancenter, come Zaral Virgolin, Andrea Pusateri, Orlando Rusalem; Luciano Caironi.