GARGNANO – Tanti successi agonistici per il Circolo Vela Gargnano

0

Fine luglio ricco di soddisfazioni per il Circolo Vela Gargnano che dopo aver presentato presso la sua sede la 63a Centomiglia del Garda (in calendario il 7-8 settembre) ha raccolto in giro per tutti i mari, importanti successi, soprattutto in ambito giovanile. A Marina di Grosseto la squadra del CVG ha partecipato al Mondiale del doppio giovanile “Rs Feva” con il progetto “Garda Sebino”.

GargnanoGrazie a Andrea Francesca Dall’Ora (che correva con la timoniera del lago d’Iseo Marghrita Porro) ha conquistato il Titolo Mondiale tra le ragazze, mentre 4° assoluto si è piazzato l’equipaggio composto da Leo Stocchero (CVT Maderno) e Gianluca Virgenti (CV Gargnano). I piccoli dell’Optimist hanno vinto con Giovanni Sandrini la “Trento Cup” dei Cadetti al lago di Caldonazzo, per poi partecipare con tutto il “Bio Team” alle regate della Coppa Aico sul lago di Bracciano. Il timoniere Marco Schirato ha conquistato un prestigioso 7° posto alla tappa di Torbole del Circuito Europeo del monotipo Melges 24. La base del Circolo Vela Gargnano, al porto di Marina di Bogliaco 2000, ha ospitato e organizzato il Campionato Italiano dell’Ordine degli Ingegneri. E gli “Ingegneri” di Brescia (e del CV Gargnano) sono stati  i migliori d’Italia…in barca a vela.

L’equipaggio bresciano, comandato da Pierluigi Omboni ha infatti vinto il tricolore di categoria disputato lungo la West Coast lombarda del lago di Garda. A bordo della flotta del Dolphin 81 della scuola velica di Gargnano si sono affrontati equipaggi provenienti da tutte le province italiane. Il successo è andato al team di casa, comandato da Omboni, esperto timoniere già campione italiano con le classi monotipo di Protagonist ed Asso 99. A completare l’equipaggio c’erano altri bravi velisti lacustri come Gianluca Bresciani, Alessandro Ronchi (fresco tricolore con il bel monotipo dell’Ufo 22), Massimiliano Manzini e Gerardo Rizzato. La barca di Brescia ha preceduto gli eterni rivali (in ambito sportivo più in generale) di Bergamo con lo skipper Giovanni Balducci, terza Ancona con Fabrizio Onofri, quarta Pesaro con Renato Morsiani. Nella flotta Silver troviamo Napoli con Leonardo Disa, Pescara con Galieo Nicolai, Torino con Silvio Furione e Genova con Massimo Ruatti. Tra gli eventi di contorno c’è stato anche un incontro, ospitato al Centro di preparazione olimpica di Univela a Campione, con il progettista Umberto Felci, padre di “Vento di Sardegna” vincitore dell’ultima Ostar in Atlantico, e di “Clan Grok” la carena vincitrice nell’edizione dell’anno passato della Centomiglia del Garda. L’organizzazione del Campionato in acqua è stata curata dal Circolo Vela Gargnano. L’evento faceva parte delle manifestazioni programmate per la 58° edizione del Convegno nazionale dell’Ordine degli Ingegneri.