Il Cavaliere disarcionato

0

E’ andata come molti si aspettavano: una farsa all’italiana. Conferma della condanna ma rinvio ad una diversa Corte d’Appello di Milano per la ridefinizione della pena accessoria, 2ovvero la durata dell’allontanamento dai pubblici uffici. Mai che qualcuno – in Italia – si prenda la piena responsabilità di una decisione completa.

Dal mio punto di vista è la fine politica di Berlusconi. E l’apertura di una fase di incertezza che non farà bene al nostro disgraziato paese che – a dispetto della magistratura – rimane diviso praticamente a metà tra destra e sinistra. Con la non indifferente complicazione che la metà di destra rimane senza l suo leader storico.

A sinistra il problema non si pone: loro di leaders ne hanno fino a farsi male.

Andremo a nuove elezioni? Io spero di no perchè con l’attuale sistema elettorale non usciremmo dal pantano. Di fatto siamo già una Repubblica Presidenziale ma i politici continuano a pensare di essere in una repubblica delle banane e rimandano “sine die” le riforme costituzionali e istituzionali necessarie. L’unica cosa che non rimandano è la decisione di rinunciare ai soldi pubblici per finanziarsi: quella l’hanno già presa e continuano a spartirsi i nostri soldi.

Il governo del “nipotissimo” (mi piace molto l’aggettivo coniato dalla collega direttore della Padania) non governa una mazza: vivacchia. Il Parlamento non decide un bel nulla. Poi ora ci sono le ferie, che volete: che lavorino ad agosto?

Ma qualche anima pia – secondo me solo qualche idiota – intravvede una leggera ripresa. A questi poveri illusi mancano alcuni dettagli: vadano a leggersi i parametri economici più importanti – che non staremo a ripetervi perché li conosciamo tutti a memoria – e poi ne riparliamo.

Ma il periodo più preoccupante sarà giugno 2014, quando dovremmo pagare le tasse del 2013 che avremo già anticipato a fine di quest’anno e le casse dello stato saranno per l’ennesima volta vuote e l’economia sarà rimasta ferma fino ad allora.

Che cosa s’inventeranno per trovare i fondi? E in quali tasche li cercheranno?

Stampatevi questo pezzo e tenetelo a portata di mano fino ad allora. E prima delle prossime ferie mandatemi i vostri graditi commenti.

Intanto, che voi andiate o no in vacanza, auguro a tutti una agosto di serenità e spensieratezza. Per quanto possibile