BORNO – Tre incontri tra arte, cinema e musica con “La Gazza”

0

Un inizio d’agosto davvero ricchissimo, quello che il Circolo Culturale “La Gazza” ha organizzato per allietare le serate di bornesi, turisti e visitatori: sotto l’insegna di arte e cultura, infatti, sono programmati tre incontri davvero imperdibili, tra arte, cinema e musica.

BornoIl primo in ordine cronologico è il nuovo appuntamento con “Gli Aperitivi Letterari_a Borno con gli Autori”: stasera, venerdì 2 agosto, a partire dalle ore 18.00 la giovane psicologa Gloria Baisini presenterà “Il giorno della farfalla”, la sua seconda fatica letteraria dedicata al concetto di “bellezza” nel momento in cui entra in rapporto con i meccanismi della mente e dell’anima. Come consuetudine l’incontro si terrà in uno degli angoli più belli di Borno: quello scelto per questa presentazione è il suggestivo Cortile di Casa Fiora in Piazza Giovanni Paolo II.

Il secondo appuntamento – in programma lunedì 5 agosto alle 21.00 – è invece dedicato alla settima arte, ed è inserito nella nona edizione di “Taglio Corto”. Nata come sorellina minore del celebre “Cortolovere”, “Taglio Corto” è una rassegna molto amata dal pubblico della Gazza, e ogni anno propone la visione dei migliori cortometraggi del noto festival internazionale loverese. Per questo primo incontro, tra i vari corti in programma, verrà proiettato “L’Appuntamento” dedicato al tema della Resistenza in Valle Camonica, e per l’occasione saranno presenti il regista Alessandro Romele e lo sceneggiatore Andrea Richini.

La scorpacciata di cultura si conclude – ma solo per qualche giorno – martedì 6 agosto alle 21.00 con una nuova proposta del Circolo Culturale “La Gazza”: “I Caffé musicali”. Si tratta di un ciclo di incontri dedicati alle vite di grandi compositori di musica classica: sulle note di alcuni loro componimenti, eseguite dal vivo da ottimi musicisti, si parlerà degli avvenimenti storici più importanti che hanno scandito le vite di questi autori. Martedì 6 agosto incontreremo il grande Johann Sebastian Bach, e mentre il giovane M° Marco Pennacchio omaggerà col suo violoncello alcuni componimenti dell’autore tedesco, i presenti scopriranno dal Prof. Francesco Inversini cosa succedeva tra il 1685 e il 1750, non solo in Italia e nel resto del mondo, ma anche in Valle Camonica, e in particolare a Borno.

Gloria Baisini è una giovane psicologa ed emergente autrice, curiosa ed amante delle cose semplici, Gloria Baisini si considera una scrittrice dallo stile “emotivo” dove la propria sensibilità d’animo è in grado di rappresentare con immediatezza i sentimenti dei protagonisti delle vicende umane raccontate, cogliendone a fondo tutte le sfumature possibili per invitare a riflettere. È questo il senso del romanzo “Il giorno della farfalla”, teso ad incoraggiare tutti coloro che sotto il proprio sguardo severo non si sentono più a loro agio. Baisini affronta con passione e metodo il tema della bellezza sotto il profilo psicologico ed estetico. Oltre alla sua professione ed alla scrittura, nel tempo libero predilige la fotografia, la grafica ed il web come canali di comunicazione ideali per esprimere la sua variegata personalità interiore. Modera l’incontro Annalisa Baisotti, co-curatrice della manifestazione targata La Gazza “Favole a merenda”.

“Taglio Corto” è un film documentario dedicato ad alcune vicende della Resistenza partigiana in Valle Camonica, ed è stato prodotto dai membri dell’associazione L’AIAL, che ha raccolto documenti, materiali e interviste sul tema. Nello specifico il film, che è diviso in due parti, si riferisce alla vicenda del partigiano esinese Tani Bonettini, che lasciò le sue memorie nel libro “La neve cade sui monti”: la prima parte di questo docu-film è un vero e proprio cortometraggio di ricostruzione storica – con attori, ambientazioni d’epoca, sceneggiatura e musiche originali; la seconda parte di film, invece, raccoglie le interviste di chi quei giorni li visse in prima persona, e il risultato è davvero emozionante e toccante. La produzione del cortometraggio è stata curata dal laboratorio di videoproduzioni Frame Lab ed è stato realizzato da Alessandro Romele, Lara Angoli, Andrea Richini e Andrea Cominini.

Brono2“I Caffé Musicali – musica dal vivo e ricostruzione storica” prevede un incontro con Johann Sebastian Bach (Eisenach, 21 marzo 1685 – Lipsia, 28 luglio 1750). Compositore, organista, violinista, clavicembalista e maestro di coro tedesco del periodo barocco, di fede protestante, è universalmente considerato uno dei più grandi geni della musica di tutti i tempi. Le sue opere sono notevoli per profondità intellettuale, padronanza dei mezzi tecnici ed espressivi, dalla pregevole bellezza artistica. La sua opera costituì la summa e lo sviluppo delle svariate tendenze compositive della sua epoca: il grado di complessità strutturale, la difficoltà tecnica e l’esclusione del genere melodrammatico resero tuttavia la sua opera appannaggio solo dei musicisti più dotati, e ne limitarono la diffusione su larga scala, in paragone alla popolarità raggiunta da altri musicisti contemporanei come Telemann o Händel.

Ma cosa succedeva – nel mondo, in Italia, e pure nel piccolo borgo di Borno – mentre Bach ci lasciava alcuni tra i più pregevoli esempi di repertorio barocco? È quello che martedì sera il Prof. Francesco Inversini racconterà agli spettatori dei “Caffé musicali”, con un completo e affascinante excursus storico degli anni in cui il compositore tedesco fu in vita. E se si parla di Bach non può ovviamente mancare la sua musica, che sarà eseguita per l’occasione dal giovane M° Marco Pennacchio di Frau Musica – l’Associazione Culturale che collabora con La Gazza per questa iniziativa – che con il suo violoncello incanterà i presenti.