BRESCIA – Un po’ di Parigi tra i vicoli del centro cittadino

0

È nato in questo mese di luglio “cenaconme!” Brescia, un progetto no profit, apolitico di riqualificazione Urbana e Umana, sviluppatosi dalla collaborazione con la stessa iniziativa che ha preso vita a Milano lo scorso anno e che, grazie alla sinergia con gli ideatori milanesi si è radicato anche nella nostra città.

“cenaconme!” è un modo per reinventare collettivamente il modo tradizionale in cui abitualmente si vive la città e prende le mosse da Le diner en blanc, (La cena in bianco), un appuntamento fisso che ormai da 25 anni porta nelle piazze di Parigi migliaia di persone.

downloadIl primo appuntamento è fissato per la terza settimana di settembre in un luogo che rimarrà misterioso fino a 24 ore prima, e come da tradizione avrà un tema specifico in modo da sollecitare i partecipanti ad un’interpretazione personale della cena e del proprio mondo interiore attraverso gli elementi chiave della cena quali cibo, arredo, design, moda; il primo appuntamento si aprirà quindi con il “Capitolo I. Con la testa fra le nuvole: Il mio paese è là dove passano le nuvole più belle.”

“Cenaconme!” Brescia avrà inizio sotto il segno di una citazione spensierata e romantica tratta dallo scrittore francese Jules Renard. Un’atmosfera trasognata farà da filo conduttore alla prima cena in bianco della città. Perché le nuvole che immaginiamo sono bianche e spumose, fanno l’occhiolino a citazioni più o meno colte (nessuno può dimenticare la nuvoletta di Fantozzi), ma anche ai giochi di bambino dove ogni nuvola si trasforma in un oggetto irreale e fantastico.

Con la testa fra le nuvole è solo il primo passo del progetto “cenaconme!” Brescia nato dalla volontà di portare anche nella nostra città quell’atmosfera un po’ parigina delle cene in bianco rielaborata e personalizzata in chiave estetica e creativa.

Il progetto è nato da un’intuizione della gallerista Rossana Ciocca, sviluppatasi grazie all’impegno di Alessandra Cortellezzi e Gianni Giudici, oltre che dalla volontà di tutto lo staff di Cameraconvista, Web-b ed Asborsoni che ha sposato appieno la filosofia che ne sta alla base.

Il tutto verrà svelato attraverso i social network (facebook e twitter e google+) che saranno i principali veicoli di comunicazione tra organizzatori e partecipanti.