BRESCIA – Venti leader dell’alluminio col marchio “Made in Brescia”

0

“Con l’adozione del marchio Made in provincia di Brescia il polo dell’alluminio bresciano manda un segnale importante, indice della volontà di puntare con determinazione sulla brescianità doc e di mettere in campo strategie di crescita responsabili nei confronti del territorio e del consumatore”. Così ha commentato l’assessore provinciale alle Attività produttive Giorgio Bontempi a margine della cerimonia ufficiale di consegna, alle venti aziende del consorzio Asta-Net, del segno distintivo del “Made in Brescia”, il simbolo di identificazione territoriale creato dall’ amministrazione provinciale in risposta alla crisi, per premiare la non delocalizzazione delle produzioni e a garanzia di qualità, tracciabilità e territorialità. Con venti aziende aderenti, 60 mila ore di capacità produttiva, oltre 48milioni di euro di fatturato nel 2012, più di 300 collaboratori e 50 progettisti, il consorzio è uno dei principali protagonisti italiani del settore della progettazione e costruzione di stampi, dello stampaggio e della fonderia, nonché nell’industrializzazione dei relativi prodotti.

Le aziende premiate dal bollino
Le aziende premiate dal bollino

“Concluso l’iter formale per l’accertamento del possesso dei requisiti necessari – annuncia il Direttore Commerciale di Asta-Net, Antonio Perini – a partire dal mese di settembre, potremo finalmente esporre all’ingresso della sede di ogni socio il prestigioso bollino, simbolo di autentica brescianità e di tutti i valori ad essa connessi. Nella parte inferiore del marchio inseriremo anche il riferimento ad Asta-Net. A gennaio poi il volto ruggente di leonessa dai contorni azzurri approderà con noi a Norimberga per una delle più importanti fiere del settore”.

A ritirare il marchio dalle mani dell’assessore provinciale Giorgio Bontempi erano presenti Angelo Taglietti della A.T.F. STAMPI S.n.c. di Mazzano, Nerino Zanetti della FZ di Zanetti Nerino & C. S.n.c. di Lumezzane, Massimo Filippini della  MEC-FIL S.n.c. di Filippini M. M. Fratelli di Mazzano, Andrea Cucchi della METAL-STAMPI di Maccarinelli e Cucchi S.r.l. di  Sabbio Chiese, Alessandro Modini della MODELLERIA di Modini Renato & C. S.n.c. di Cellatica, Raul Assisi della OMFA dei Fratelli Assisi S.n.c. di Villa Carcina, Romeo Facchetti della OMSAF di Facchetti & C. S.n.c. di Casto, Giordano e Matteo Gnali della P.C.S. di Gnali Giordano S.r.l. di Lumezzane, l’ing. Fiorentino e Marco Bresciani della PEDROTTI MECCANICA S.p.a. di Prevalle.

Poi Orlando Pialorsi della PIALORSI STAMPI S.n.c. di Nozza di Vestone, Marco Pintossi della PINTOSSI F.Ili Damiano e Ruggero S.n.c. di Lumezzane, Mario Rizzardini della RIZZARDINI S.r.l. di Preseglie, Mario Rodegari della SCS S.r.l. di Pontoglio, Nazzareno e Claudio Sciola della SOM S.r.l. di  Lumezzane, Ilario Giacomini della SVEA STAMPI S.r.l. di Lavenone, Alberto Pialorsi, Luisa e Fabio Bonomi della TO-PRESS S.r.l. di Vestone, Pilotti e Pilotelli della  UPS di Pilotti e Pilotelli S.n.c. di Casto, Michele Baldassarri della VALTEC S.n.c. di Baldassarri Michele &C. di Vestone e Floriano Zobbio della ZOBBIO FLORIANO & C. S.n.c. di Lumezzane.