VALCAMONICA – Suap: è tempo di bilanci. 2mila istanze e 52 temi trattati

0

Lo Sportello unico delle attività produttive della Valcamonica, il più grande della Lombardia in quanto a numero di Comuni e territorio coperto, ha riscosso grande successo: sono state più di 2mila le istanze presentate, 52 i tipi di questioni trattate e oltre mille gli utenti coinvolti.

Valcamonica suapL’ufficio fornisce assistenza per le pratiche burocratiche delle attività lavorative e mira minimizzare la burocrazia e a snellire i rapporti tra le imprese e la Pubblica Amministrazione. A breve verrà attivato il Sue, uno sportello ad hoc dedicato alle attività edilizie. In modo particolare, si tratta di uno sportello web sempre aggiornato, con le normative e modelli da compilare, facilmente scaricabili. Come ha spiegato Angelo Lascioli, il responsabile dell’ente comprensoriale, la Comunità montana mette a disposizione la tecnologia e gli helpdesk tecnico e amministrativo. Le pratiche continuano in sostanza a rimanere in carico ai comuni, tuttavia l’attività degli enti è davvero preziosa, perché consentono di abbattere i costi e a dare una mano alle amministrazioni locali per seguire tutta la burocrazia.

I cittadini dei Comuni coperti contribuiscono ai costi con 30 centesimi per abitante; una somma irrisoria che però consente il mantenimento di un servizio importantissimo e davvero utile. Francesco Ghiroldi, soddisfatto dei risultati raggiunti, ha aggiunto che l’avvio dello sportello è stato affiancato da corsi formativi e assistenza ai singoli municipi. Per accedere allo Sportello è necessario registrarsi con la carta regionale dei servizi sul sito internet.