PESCHIERA – Fuori pericolo il ragazzo tuffatosi dal battello

0

Fortunatamente, Valentin Lekaj, il 26enne albanese che lo scorso venerdì s’è tuffato, battendo la testa, dallo scafo Regina del Garda della Navigarda, sta meglio ed è ora fuori pericolo. È stato dimesso dal reparto di rianimazione e terapia intensiva della Casa di cura Pederzoli ed è stato ricoverato in quello di neurologia della stessa struttura.

I medici hanno escluso la possibilità che si verifichino complicazioni a livello cerebrale a parlano di una dimissione a breve. Il ragazzo ha rischiato la vita, ma a suo favore ha giocato la presenza sul luogo dell’accaduto di un esperto subacqueo, che lo ha tratto in salvo,  oltre al rapidissimo intervento dei sanitari, che lo hanno prontamente intubato non appena ha raggiunto il lungolago. Tuttavia, nonostante l’accaduto, numerosi sono i ragazzini che continuano a tuffarsi da postazioni vietate, quasi come se si trattasse di una tradizione popolare. Per molti il tuffo è infatti una sorta di rito di iniziazione, tramandato da padre in figlio. Una cattiva abitudine, che purtroppo le forze dell’ordine non riescono a sopprimere.