VALCAMONICA – Dalla Regione fondi a disposizione di quattro comuni

0

Un sospiro di sollievo per alcuni Comuni camuni: 200milioni euro, infatti, saranno ripartiti tra i Comuni lombardi nell’ambito del patto di stabilità territoriale e la manovra, segno di collaborazione a livello sociale, consentirà agli enti locali di finanziare investimenti senza correre il rischio di incorrere in sanzioni dello Stato.

Valcamonica finanziamentiI criteri adottati per definire la ripartizione della somma erogata hanno fatto sì che la Valcamonica venisse premiata, con riconosciuti ben 2.2 a Ponte di Legno, seguito da Sonico con 677mila euro, Corteno Golgi con 561mila e Temù con poco più di mezzo milione di euro.  Ponte di Legno vede riconosciuta con l’assegnazione la virtuosità con la quale sono stati gestiti i conti pubblici. Con la somma erogata sarà possibile proseguire i lavori per il parcheggio di piazzale Europa e provvedere alla ristrutturazione di due edifici pubblici storici.  Soddisfatto dell’assegnazione anche Fabio Fanetti, ex sindaco leghista di Sonico, Comune che ha in programma un investimento di circa 2 milioni di euro per la costruzione di una centrale idroelettrica finanziata completamente dall’ente locale, di cui 800mila euro coperti da mutuo e un introito di circa 300mila euro.