ROVATO – Stop alla violenza: il Comune di Rovato firma la Carta d’Intenti

0

Il fenomeno, gravissimo, della violenza contro le donne ha conosciuto una spaventosa crescita, soprattutto nell’ambito familiare e solo una percentuale bassissima dei casi di crimini contro la donna viene denunciata, per paura, per omertà, per mancanza di difese adeguate. Solo quest’anno, nel nostro Paese, si sono già contate più di 100 donne uccise dalla violenza maschile, oltre 120 nell’anno passato. A Torino, proprio alla vigilia della celebrazione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne è stata presentata nella Sala Rossa di Palazzo Civico la campagna 365 giorni NO alla violenza contro le donne.Logo_NoMore_col-300x300

La violenza contro le donne ha assunto proporzioni così allarmanti da richiedere di essere posta tra le priorità delle agende politiche dei Comuni. La Campagna si rivolge in modo particolare agli uomini e sollecita le amministrazioni civiche di tutta Italia a farsi promotrici di atti e iniziative per affermare una cultura di rispetto dei diritti e della persona, diffondendo principi, idee, valori che accompagnino concretamente il “NO” alla violenza.

I Comuni sottoscrittori si impegnano a

1. Promuovere, anche in collaborazione con altri enti ed istituzioni e con la società civile, azioni ed iniziative volte a prevenire ogni forma di violenza contro le donne e a rimuovere le cause che possono portare ad agire e a subire violenza.

2. Istituire e sostenere reti che coinvolgano il più ampio numero di enti, istituzioni, servizi e associazioni, per individuare modalità di intervento coordinate e condivise per prevenire le violenze contro le donne e per offrire un aiuti concreti alle donne vittime di violenza.

3. Impegnarsi affinché sul proprio territorio siano operativi Rifugio per donne vittime di violenza, avvalendosi anche della collaborazione e il sostegno di altri enti e associazioni.

4. Realizzare progetti volti alla diffusione di una cultura dei diritti fondamentali e della non discriminazione di genere.

5. Promuovere e sostenere iniziative di sensibilizzazione e informazione nelle scuole e nei luoghi frequentati da ragazzi e ragazze

6. Sostenere le associazioni e gli organismi impegnati a prevenire e contrastare la violenza contro le donne

7. Promuovere e sostenere progetti volti al recupero degli uomini maltrattanti, per incoraggiarli ad adottare comportamenti non violenti nelle relazioni interpersonali, per prevenire nuove violenze e modificare i modelli comportamentali violenti

8.Organizzare, anche attraverso il coinvolgimento degli Organismi di Parità, corsi di informazione e sensibilizzazione, rivolti ai dipendenti e alle dipendenti e agli amministratori e amministratrici del proprio Comune.

9. Inserire nei propri Regolamenti procedure che vietino l’utilizzo, anche da parte di soggetti privati, di messaggi pubblicitari che contengano immagini o frasi che offendono le donne o che istighino alla violenza contro le donne

10.Promuovere e diffondere la “CAMPAGNA 365 NO” divenendone testimonial in prima persona come Sindaci/che e invitando i testimonial della Campagna, con una presa di posizione chiara e forte contro ogni forma di violenza contro le donne.

Questo è il testo della Carta d’intenti che il Comune di Rovato ha deciso di “firmare”, aderendo in questo modo alla “Campagna 365 GIORNI NO alla violenza contro le donne”.

Gli episodi di violenza contro le donne e di stalking che hanno copito tutta Italia, e anche Rovato, hanno spint l’amministrazione comunale ad unirsi alla lotta conro la violenza.

Il sindaco Roberta Martinelli ha dichiarato: ” offrire un contributo concreto e tangibile, per arginare un fenomeno che sta assumendo proporzioni davvero preoccupanti, in una società che ama definirsi civile ed evoluta e che annovera tra i suoi principi naturali quello fondamentale del rispetto reciproco tra i suoi consociati”