GARDA – Dalla Regione 4 mln per interventi subito da cantierare

0

Dal Pirellone stanno per arrivare circa 5,7 milioni di euro a sostegno dei laghi lombardi. Tale è la cifra stanziata dalla Giunta Regionale, su proposta dell’Assessore alle Infrastrutture Maurizio Del Tenno, per finanziare i lavori di completamento e riqualifica di porti e vie navigabili.

Valcamonica finanziamentiTra gli interventi che potranno usufruire di quest’importante sostegno figurano le piste ciclabili, le passeggiate a lago, l’abbattimento di barriere architettoniche, la costruzione di pontili, la riqualifica di porti pubblici, gli interventi sulle sponde e la sicurezza delle vie navigabili. Il finanziamento andrà a coprire il 50% (solo in casi limitati il 100%) degli investimenti sostenuti dalle amministrazioni comunali esclusivamente per gli interventi subito cantierabili.

Complessivamente, la sponda bresciana del Lago di Garda percepirà 4 mln di euro. Il Comune che maggiormente beneficerà del contributo è Gardone Riviera, dove la riqualificazione del lungo lago e rispettive piazzette, dal costo complessivo stimato di 1,5 mln di euro, sarà coperto da 429.000 euro di contributo regionale. Non solo, se si considerano anche altri interventi, tra cui il rinforzo strutturale del muro di sostegno del lungolago al confine con Salò ed altre opere secondarie, Gardone Riviera potrà accedere ad un contributo complessivo di 789.000 euro. Seconda posizione per Sirmione, con 607.500 euro, principalmente destinati alla realizzazione della passeggiata a lago al lido Galeazzi. Sul gradino più basso del podio, con 599.000 euro di contributo, troviamo Padenghe, dove è appena stato ultimato l’ultimo tratto di passeggiata a lago.

Numerose e non meno importanti sono le altre opere interessate: l’allargamento della passerella ciclopedonale a Toscolano, la pista ciclabile a Moniga, la passeggiata a Manerba, la costruzione del pannello frangiflutti alla Lega Navale di Desenzano, la riqualificazione dei giardini Maratona, sempre a Desenzano, la riqualificazione dei porti di San Felice e Portese. Ma non è finita, perché nella delibera della giunta regionale c’è anche un corposo pacchetto di interventi inseriti nella programmazione 2014-2016 e che dovrebbero trovare copertura nei futuri bilanci regionali.