APRICA – Successo di pubblico per “I tép d’ìna òlta” con i vini della Valtellina

0

I responsabili del Consorzio Tutela Vini della Valtellina hanno confermato che l’altra sera a Santa Maria d’Aprica c’era ancor più gente degli anni scorsi. E la vendita dei calici nel taschino da mettere al collo per l’assaggio dei tanti vini delle tredici case vinicole presenti è andata oltre le attese.

Taglio nastro Vini ValtellinaSarà stata la presenza dell’apprezzata “TnB Swing Band” e della cantante Marina, sarà stata la bella serata, la formula ormai collaudata di creare quadretti spesso originali dei “tép d’ìna ólta” e abbinarvi gustosi assaggi: sarà stato tutto questo e altro, ma la magia della serata in contrada Madonna, un tempo cuntràda per antonomasia, resta ineguagliabile.

Salutata all’inizio da una pioggerella durata solo qualche minuto, la folla di persone di ogni età, compresi stupefatti bambini e giovani attenti alle spiegazioni degli enologi valtellinesi, ha percorso le viuzze del borgo senza un ordine preciso, guidata solo da una chiara piantina, ben presto messa in tasca per reggere meglio il bicchiere e catturare le leccornie proposte (panvì, cüsciöi, surpresi da Liscét, furmài da cabra e da uaca, pulènta e zücar, patati dala brua cul sal, purscèl, pizzòcar, ecc.).

Presenti anche le autorità aprichesi, con in testa il sindaco Carla Cioccarelli, che ha fatto gli onori di casa e ha tagliato il nastro della manifestazione con una mezza dozzina di bambini in costume caratteristico, il vicesindaco Bruno Corvi, l’assessore Carlo Ambrosini, il parroco don Augusto e altri. In gran spolvero anche l’associazione “Valori e Colori d’Aprica” coi suoi costumi, la Proloco col presidente Marco Della Moretta tutto calato nel suo ruolo di battitore di falce, il gruppo musicale “Freen a May” e lo strimpellatore di fisarmonica.