POLPENAZZE – Piano quadro di Bottenago: il verdetto è rinviato

0

(Update 16-07 h 17:30) Alla luce di quanto emerso durante l’audizione tenutasi nella mattinata di Lunedì 15 Luglio e per meglio valutare le istanze presentate dai gruppi consiliari “Comunità Viva” di Polpenazze ed “Impegno Comune” di Calvagese e dalle associazioni ambientaliste della zona, la seconda conferenza VAS  sul piano quadro di Bottenago, prevista per il 17 Luglio, è stata rinviata a data da destinarsi. Di conseguenza, anche l’incontro in piazza organizzato dalle varie associazioni è stato annullato.

(15-07 h 15.00) Stamattina la Provincia, diversamente da quanto comunicato con lettera del 10 Luglio, ha incontrato gli ambientalisti e puntualmente ascoltato le loro proposte. Oltre ai rappresentati di Comunità Viva e delle altre associazioni, sempre nella mattinata, è stato audito il sindaco di Polpenazze Andrea Dal Prete.

(12-07 h 11:22) Si avvicina il verdetto per la frazione di Bottenago: il 17 luglio avrà luogo la seconda riunione di Valutazione Ambientale Strategica del piano quadro dell’area. La scelta è quanto mai difficile perché fondate sono le ragioni di entrambi gli schieramenti.

bottenago di ferroIl primo gruppo è composto da chi lecitamente s’interroga sull’impatto che la realizzazione di nuovi insediamenti industriali può avere sul territorio. Si tratta di un gruppo numeroso, con in testa Giorgio Frassine e Comunità Viva, cui hanno aderito le principali associazioni ambientaliste della zona (CPCMG, Scordium, Roverella, …) e che ha ottenuto il supporto dei vicini Comuni di Muscoline e Calvagese, preoccupati per la viabilità ed i rischi idrogeologici d’inquinamento.

Sul fronte opposto c’è chi indica i benefici in termini di posti di lavoro ed indotti economici, come il sindaco Dal Prete, il quale si chiede “se coloro che contrastano qualsiasi iniziativa rivolta a creare ricchezza abbiano una formula, completa di conto economico però, per poter migliorare il benessere dei propri concittadini: portatemela e sono pronto a sposarla domani mattina. Niente imprese, niente posti di lavoro. Senza lavoro, vi è solo la miseria.” Trovare imprese disposte ad investire in tempi in cui la maggior parte di queste chiude non è di certo irrilevante.

A spargere benzina sul fuoco è intervenuta pure la Provincia, che ha rinviato al 5 Agosto l’audizione concessa agli ecologisti per il 15 Luglio. Rinvio che lascia perplessi, dato che per quella data i giochi saranno fatti. “In questo modo – lamenta lo stesso Giorgio Frassine – l’esposizione e discussione delle nostre argomentazioni contro il progetto d’espansione delle aree industriali nella valletta di Bottenago non potrà avvenire che dopo la seconda conferenza di valutazione VAS convocata a Polpenazze mercoledì 17 Luglio”. Nulla vieta alla Provincia di aver già maturato una propria opinione in merito, fatto sta che ascoltare le ragioni degli ambientalisti avrebbe fornito qualche input in più per maturare la scelta.

Per esprimere il proprio dissenso, la fazione contraria ha quindi indetto per il 17 Luglio alle ore 10, proprio di fronte alla sala consiliare, una manifestazione di protesta.