TORBOLE – I Merges 32 in regata sul Garda: un weekend di vela

0

La “fabbrica del vento” ha aperto di buon ora sabato 13 luglio, regalando agli equipaggi protagonisti della quarta tappa delle Audi Sailing Series Melges 32 un finale adrenalinico. A Torbole, dove il sole del primo mattino ha “chiamato” il Peler (il vento da nord tipico dell’alto Garda) il titolo di “boat of the day” se l’è meritato Torpyone (Lupi-Sibello, 1-1), che ha chiuso la frazione con due primi d’autorità, utili a muovere dalla nona alla quarta piazza e a difendere il terzo posto nella graduatoria del circuito dagli attacchi di Robertissima (Tomasini Grinover-Vascotto, 6-4), Bribon-Movistar (de Antonio-Doreste, 5-12), cui è andato il successo di tappa, e Mascalzone Latino (Onorato-Benussi, 7-2).

Audi TorboleCome detto, la frazione è andata agli spagnoli di Bribon-Movistar, rimasti al comando della classifica sin dalle battute iniziali. Il team spagnolo è stato l’unico a regalare con regolarità (su otto regate quattro sono stati i piazzamenti da podio) risultando veloce nonostante le vele vecchie di quasi due anni e in fase con le oscillazioni della brezza, fosse essa Ora o Peler. “Un successo frutto del lavoro di squadra, delle ottimi intuizioni tattiche di Gustavo Doreste e di un attenta messa a punto” ha sottolineato Giorgio Tortarolo, team manager e randista del Melges 32 spagnolo.

A tentare di insidiare la leadership di Bribon-Movistar, piacevole costante delle Audi Sailing Series 2013, ci hanno provato in diversi, ma tutti, sulla distanza, hanno dovuto lasciare spazio agli uomini di Marc de Antonio. Sul podio sono saliti Robertissima, confermatosi secondo dopo l’ottima giornata di sabato e gli statunitensi di Argo (Carroll-Appleton, 3-18).

Nonostante il nono con cui ha chiuso la tappa di Torbole, Fantastica, skipper il bresciano Lanfranco Cirillo, tattico il veronese Nico Celon, (18-11) è riuscito a consolidare la propria leadership nel circuito. Presentatosi sul Garda con un solo punto di margine su Bombarda (Pozzi-Bressani, 10-8), finito dodicesimo, l’equipaggio di Lanfranco Cirillo, vincitore a Porto Ercole e a Portoferraio, si presenterà a Porto Rotondo con un vantaggio sul team di Andrea Pozzi di tredici lunghezze. Un gap consistente ma comunque attaccabile.

Anche in occasione dell’ultima giornata, B. Plan Sport&Events e Melges Europe hanno ospitato presso il villaggio regate i “bambini farfalla” di Debra Sudtirol, un’associazione onlus nata nel 2004 per dare sostegno ai bambini affetti da Epidermolisi Bollosa, garantendo loro la possibilità di vivere a stretto contatto con i protagonisti della manifestazione. Nel corso della premiazione è stato consegnato ai rappresentanti dell’associazione quanto donato da armatori e velisti durante il week end. L’evento è stato promosso grazie al lavoro del Circolo Vela Torbole che ha curato ogni dettaglio sul campo di gara grazie anche ai suoi abituali partners di Trentino e In Garda Trentino. Grande successo hanno riscosso gli stand Audi operativi presso il Circolo Vela Torbole e nel centro della cittadina trentina.