GARGNANO – Lefay Resorts Garda vince il Green Good Design Awards

0

Nuovo e importante riconoscimento per l’eccellenza nel campo della sostenibilità di Lefay Resort & SPA Lago di Garda con sede a Gargnano, che è l’unico vincitore in Italia del premio internazionale “Green Good Design award” nella categoria “Green Architecture”.

Gargnano Lefay“Questo traguardo – commenta Liliana Leali, Presidente di Lefay Resorts – è un’ulteriore conferma del nostro costante impegno per lo sviluppo ecocompatibile, in armonia con la nostra filosofia aziendale, che considera la responsabilità sociale e ambientale uno dei suoi valori fondanti. In fase progettuale, ma anche gestionale – aggiunge – abbiamo sempre puntato a ridurre al minimo l’impatto della nostra attività economica sull’ambiente. Dunque Green Good Design è un riconoscimento che riceviamo con molta soddisfazione”.

Promosso dal Centro Europeo per l’Art Design e gli Urban Studies (Dublino ed Atene) e dal Chicago Athenaeum, Museo per l’Architettura e il Design (USA), è il primo e più prestigioso riconoscimento nell’ambito del design e della progettazione sostenibile. Il premio, giunto alla sua quinta edizione, ha ricevuto per l’anno 2013 centinaia di iscrizioni e i membri del Comitato del Centro Internazionale Europeo – formato dai principali esponenti mondiali nell’ambito del design – hanno selezionato i migliori esponenti del “green design” tra oltre 100 prodotti, programmi, personalità, paesi, progetti ambientali e progetti architettonici provenienti da 22 nazioni nel pianeta.

La vincita di questo premio rappresenta per Lefay Resorts soltanto l’ultimo risultato di un percorso all’insegna della sostenibilità, che affonda le sue radici nel dna e nella storia aziendale; Lefay Resort & SPA lago di Garda, infatti, ha già ottenuto la certificazione ambientale ISO 14001, per le fasi di “realizzazione e gestione di soluzioni architettoniche per strutture innovative e ecocompatibili”, la certificazione di qualità secondo la norma ISO 9001 ed è stata la prima struttura turistica nel settore benessere di tutto il Sud Europa ad aver ottenuto il Green Globe, una delle certificazioni più prestigiose a livello mondiale per la gestione green delle aziende operanti nel settore del turismo. Infine, ha stretto un accordo volontario con Ministero dell’Ambiente per la realizzazione di progetti comuni che mirano a definire un sistema di gestione delle emissioni di CO2 specifico per il settore turistico.

Gargnano2L’architettura di Lefay Resort & SPA sul Lago di Garda vede pilastri rivolti al cielo, tutti in fila, racchiusi su tre lati da bianche muraglie in pietra. Sono le limonaie, strutture architettoniche introvabili altrove, che rappresentano la testimonianza tangibile di un’epoca e di una civiltà e che danno il nome proprio a questa zona del Lago di Garda, la “Riviera dei Limoni” appunto. L’architettura di Lefay Resort & SPA Lago di Garda, progettata dall’Architetto Hugo Demetz, prende la sua ispirazione proprio da queste strutture, nel rispetto totale dell’ambiente. Incastonata nella collina del Parco Naturale dell’Alto Garda, la struttura architettonica è perfettamente integrata nel paesaggio e risulta quasi invisibile, celata. I tetti delle camere sono completamente ricoperti di verde e quello che si percepisce riproduce fedelmente la struttura delle limonaie.

L’integrazione morfologica è stato il principio base di Lefay per non creare un unico e massiccio edificio, ma una serie di unità singole inserite orizzontalmente nel pendio della collina, in armonia piena con il paesaggio. L’inserimento della struttura nelle balze della collina assicura inoltre un perfetto isolamento termico con il risultato di una minore dispersione di calore ed energia verso l’esterno. I corpi delle stanze e la zona SPA, grazie all’orientamento verso sud e le finestre realizzate con vetrate atermiche, sono perfettamente isolate: dal freddo in inverno grazie alla produzione passiva di energia solare, dal caldo nei mesi estivi grazie e sistemi di ombreggiatura mobili. Riscaldamento e raffrescamento di stanze e aree comuni sono ottenuti attraverso sistemi radianti a bassa temperatura posizionati nei soffitti e nei pavimenti, assolutamente silenziosi.

Il disegno degli interni, interamente realizzato con l’uso di materiali naturali provenienti dal territorio, interpreta in senso pieno il rispetto per la natura e l’idea di ecosostenibilità. Legno d’ulivo del Garda per il parquet, noce nazionale per gli arredi, marmo rosso di Verona per il pavimento dell’ingresso e il bagno. Fibra di cotone senza alcun trattamento chimico per tutti i tessuti, comprese le lenzuola dei letti. Vernici ad acqua non chimiche per le pareti.