MILANO – Pensioni sospese a migliaia di stranieri regolari. E non si sa perché

0

Abbiamo ricevuto decine e decine di segnalazioni da parte di stranieri regolarmente soggiornanti che si sono visti sospendere i trattamenti pensionistici da parte dell’Inps senza alcuna plausibile motivazione se non in non meglio precisate verifiche.

Inps telematicoA seguito d’informazioni – si legge in una nota diffusa dallo Sportello dei Diritti – si è potuto apprendere che la questione coinvolga migliaia di cittadini immigrati, tutti regolarmente soggiornanti e titolari di pensione sociale o di vecchiaia che dopo l’improvvisa sospensione dei propri trattamenti da parte dell’istituto, hanno cercato invano di poterne ottenere il ripristino e oggi si ritrovano senza alcuna altra fonte di reddito.

È un fatto gravissimo e a denunciarlo pubblicamente è Giovanni D’Agata presidente e fondatore dello Sportello dei Diritti, che chiede una pubblica spiegazione da parte dell’ente previdenziale e a riprendere l’erogazione delle pensioni immediatamente con il versamento degli arretrati del periodo di sospensione. In ogni caso, ci siamo attivati con i nostri operatori sia presso l’ente che la Guardia di Finanza – continua la nota – che non hanno potuto fornire adeguate informazioni in merito alla questione anche per il rimpallo di competenze tra soggetti.

Anche per tali ragioni, abbiamo già avviato i primi ricorsi per ottenere il ripristino dei benefici, perché non vorremmo che a pagare i costi della crisi ancora una volta fossero gli ultimi, che potrebbero essere stati individuati, da parte dello Stato, negli immigrati seppur in regola e a molti dei quali dopo che hanno versato per anni i contributi.