COLLIO – Nostrano Dop in passerella, una giornata per il formaggio

0

Far conoscere e promuovere il formaggio Nostrano della Valtrompia, dichiarato dop l’anno scorso dall’Europa, per divulgare la pratica di come si produce il latticino locale e documentare il tutto per un progetto di schede filmate. E’ l’obiettivo che si propone di raggiungere “Una giornata Dop” in programma domenica 14 luglio in piazza Zanardelli a Collio, davanti al municipio. La manifestazione è organizzata dalla Comunità montana della Valtrompia con il Nostrano Dop, il Comune dell’alta valle e il Gal Golem Sebino Valtrompia. A questi si aggiunge anche il patrocinio della Regione Lombardia e del Governo.

Presentz nostrano dop
La conferenza stampa per presentare la giornata

La Valtrompia ha una tradizione casearia di lunghissima data che si esprime, nei suoi livelli migliori, attraverso il Nostrano di Valtrompia Dop che già nel suo nome racchiude la tipicità del prodotto, appunto il “nostrà” realizzato qui. Il Nostrano è frutto di una tradizione antica, espressione autentica del territorio e della sua cultura locale e la certificazione, arrivata l’anno scorso, ne evidenzia l’importanza perché quando si parla di Dop non si parla di semplici formaggi, ma dell’eccellenza italiana del settore caseario. Nella parola dop si racchiudono storia, tradizione, sapienza e tecniche di lavorazione, rigorosamente tramandate.

Valorizzare le produzioni locali significa puntare sul territorio e la sua economia, l’identità gastronomica oltre all’intrinseco valore storico e culturale: questo è anche il senso della giornata, intesa come inizio di un progetto voluto dal Comitato di Valorizzazione Nostrano Valtrompia del presidente Silvio Zanini la cui mission è puntare sulla cultura della tradizione casearia locale, prestigio della tavola e della cucina.

Dop formaggioE’ un progetto che vuole promuovere e intorno a cui si vuole documentare il sapere fare per un archivio di schede filmate sui beni culturali immateriali e sui prodotti tipici del territoro e in cui la musica, durante la giornata, sarà il filo conduttore per raccontare il formaggio dop. Entrando nei dettagli della giornata, alle ore 16 al Bar Michela ci sarà la prima “Officina del gusto” con Ugo Bonazza e Lino Magri dell’Organizzazione nazionale assaggiatori di formaggi che proveranno i gusti e poi alle 18 la seconda tappa alla Trattoria Tamì con una degustazione di piatti a base di Nostrano Valtrompia.

Alle 20 chiuderanno l’evento i “Malghesetti” con il concerto di musica folk e nell’intervallo “Quanto ha?”, una prova aperta al pubblico per stabilire l’età di una forma di Nostrano. Il formaggio è l’unico prodotto caseario della provincia di Brescia ad aver ricevuto l’anno scorso il marchio di denominazione di origine protetta, ma per il presidente Silvio Zanini i piccoli allevatori di montagna hanno più costi rispetto a chi lavora in pianura e per questo il mercato rischia di penalizzare proprio i triumplini. La sede del Comitato Nostrano è in via Matteotti 327 a Gardone Valtrompia e tutte le informazioni sul prodotto sono disponibili anche sul sito internet.