MILANO – Da Bs Centro a Sirmione, Gardesana e Valsabbia: le priorità del Pirellone

0

“Con questo ordine del giorno andiamo ad inserire tra gli interventi prioritari della Regione Lombardia la riqualificazione e l’ampliamento di tre strade di primaria importanza per il sistema stradale lombardo e in particolare per la provincia di Brescia”. Questo è il commento del capogruppo del Pdl, Mauro Parolini, al voto positivo del consiglio regionale a un ordine del Giorno da lui presentato ieri in occasione dell’approvazione del Programma Regionale di Sviluppo, che chiede alla giunta di introdurre nei propri atti programmatori e previsionali la riqualificazione e l’ampliamento della viabilità di collegamento della Regione Lombardia con Veneto e Trentino: la ex Ss 11 da Brescia Centro a Sirmione, la ex Ss 45 bis Gardesana la ex Ss 237 in Valsabbia, da Barghe a Idro.

Insegna Regione Lombardia“Compito del Programma Regionale di Sviluppo – ha spiegato Parolini – è definire quelle che sono le priorità per la Regione e delineare gli interventi indispensabili per il rilancio e lo sviluppo del territorio. Per questo ho ritenuto importante inserire la riqualificazione e l’ampliamento della parte terminale della viabilità di collegamento tra la Lombardia e le regioni Veneto e Trentino attraverso gli interventi su queste tre strade del bresciano”. Nello specifico, le tre strade interessate sono la Ss 11 Padana Superiore che deve essere ampliata tra Brescia centro e Sirmione, la Ss 237 del Caffaro, già costruita in variante fino a Barghe e per la quale è disponibile il progetto per la variante fino a Idro.

Da ultima la Ss 45 bis Gardesana Occidentale, ancora in carico ad Anas, che va da Rezzato a Limone sul Garda e che richiede importanti interventi di allargamento. Nel suo intervento il capogruppo del Pdl ha voluto sottolineare, nello specifico, la grande importanza della Ss 237 come collegamento tra la Lombardia e il Trentino, tratta sulla quale si era già impegnato quando ricopriva il ruolo di assessore in Provincia di Brescia sfociato nella firma di un accordo tra le Province di Brescia e Trento con la messa a disposizione, da entrambi i territori, di fondi per la realizzazione del primo lotto.

“Già nei prossimi giorni – ha ricordato il capogruppo del Pdl – verranno sottoscritti gli accordi per la Ss 237 tra il presidente della Provincia di Brescia, Daniele Molgora e il presidente della Provincia autonoma di Trento, Alberto Pacher. Inserire nel Piano regionale di sviluppo tutta la viabilità dell’est bresciano significa guardare al futuro, portando a termine il grande lavoro fatto in questi anni per rendere la viabilità bresciana una delle più moderne e sicure tra quelle delle province italiane”.