MILANO – Intesa Pdl-Lega a rischio in Regione. Pdl: “Dagli annunci passare ai fatti”

0

“Agli alleati della Lega e al presidente Maroni, il Popolo della Libertà chiede di passare più rapidamente dagli annunci alle attuazioni effettive delle decisioni che il difficile contesto economico-sociale richiede”. Questo in sintesi il giudizio emerso dalla riunione del gruppo in Regione Lombardia svoltasi oggi negli uffici di Palazzo Pirelli. A darne notizia è il capogruppo Mauro Parolini e il co-capogruppo Claudio Pedrazzini al termine dell’incontro che ha visto la partecipazione dei consiglieri regionali e della delegazione della giunta del partito.

Mauro Parolini, capogruppo del Pdl
Mauro Parolini, capogruppo del Pdl

“Il Popolo della Libertà – spiegano Parolini e Pedrazzini – è portatore di una visione della politica che mette l’istituzione al servizio delle persone, delle famiglie e delle imprese e non viceversa. In questo avvio di legislatura abbiamo tradotto questa visione in leggi e atti di governo utili per rendere operativi questi indirizzi. Rivendichiamo – proseguono – l’eccellenza della Regione e concordiamo con il presidente Maroni sulla necessità che anche le altre Regioni riducano le spese ed eliminino gli sprechi. L’applicazione dei costi standard sulla sanità, già avviati da tempo in Lombardia, devono essere estesi anche a tutti gli altri territori.

Agli alleati della Lega e al presidente Maroni – continuano – chiediamo di passare più rapidamente dagli annunci all’attuazione effettiva delle decisioni che il difficile contesto economico e sociale richiede. La questione delle nomine è per noi un elemento puramente marginale, il nostro unico interesse è che alla guida delle società regionali, che sono ormai ridotte allo stretto necessario, ci siano persone competenti e capaci per attuare i compiti per cui esistono.

Il Pdl è convinto – concludono – che solo una condivisione forte dei progetti e delle decisioni tra Pdl, Lega e gli altri alleati sia lo strumento adatto per imprimere un’ulteriore accelerazione ai lavori già avviati in questi pochi mesi di governo. Per questo chiederemo già domani che sia convocata, nei prossimi giorni, una riunione di maggioranza per ragionare su questa impostazione e mettere al centro dell’azione di governo le priorità per le quali siamo stati eletti dai cittadini”.