GARDA – Flop per la stagione turistica, in ginocchio gli operatori

0

Anche il maltempo non ci voleva. La stagione turistica 2013 proprio non riesce a decollare con risultato che centri balneari, noleggiatori di nautica e natanti, albergatori e strutture ricettive, esercizi locali si trovano in ginocchio, piegati da una crisi economica tra le peggiori della storia d’Italia.

Garda turismoUna ricerca commissionata da Federalberghi, infatti, ha concluso nel senso che nei primi 5 mesi dell’anno, da gennaio a maggio, il Garda ha registrato un calo del 4.7% delle presenze italiane. Fortunatamente sono cresciute del 3.7% quelle straniere, ma il bilancio complessivo rimane sempre negativo, attestandosi su un meno 0.8%. L’allarme principale, come sottolineato da Federalberghi, riguarda i livelli occupazionali dei dipendenti della strutture turistiche che, rispetto al 2012, sono calati del 4.7%. Un inizio di stagione preoccupante, dunque, soprattutto per i gestori delle spiagge che a fatica riescono a pagare le spese di concessione che, nonostante la crisi, continuano ad aumentare.