FRANCIACORTA – “Vendemmia della solidarietà”: la Cgil non è soddisfatta

0

“Vogliamo e possiamo dare al Paese un segnale di solidarietà in un momento di crisi come questo ed è anche la dimostrazione delle possibilità di fare sistema per il bene comune che può scaturire da una collaborazione sempre più stretta con il mondo agricolo, settore che sta dimostrando più di altri una maggiore resistenza alla difficile congiuntura economica”.franciacorta

Con queste parole Ettore Prandini, presidente della Coldiretti Lombardia e della Coldiretti bresciana, parla dell’accordo firmato da Coldiretti provinciale, Cisl e di Demetra srl, società specializzata nella fornitura di servizi all’agricoltura in particolare per le operazioni di raccolta delle uve.
Si tratta di un progetto che offrirebbe circa 400 posti di lavoro durante il periodo della vendemmia in Franciacorta, per uno stipendio di circa 800/900 euro al mese.
In merito a questo progetto, la Cgil non si dichiara soddisfatta e favorevole, di seguito è riportato quanto è stato espresso.
“La Coldiretti, da quanto si apprende da articoli di stampa, vorrebbe portare la fase colturale della vendemmia fuori dalla contrattazione collettiva e dalle norme sul lavoro, andando a toccare in modo improprio materie delicate come il collocamento e il salario, già pesantemente compromessi dall’attività devastante dei caporali stranieri e autoctoni. Andremo fino in fondo per cercare di capire cosa c’è veramente dietro le parole ‘semplificazione e nuove opportunità di lavoro’ e fermeremo con tutte le iniziative e le mobilitazioni necessarie questo dilagare di forme improprie di assunzione, che portano con sé un attacco ai diritti, alle tutele, al salario dei lavoratori”.

Lunedì 1 luglio, il consiglio comunale di Rovato approverà il progetto “Vendemmia della solidarietà”.
I moduli possono essere ritirati nei comuni che aderiscono al patto, tra cui quello di Rovato, oppure alla Cisl, sia di persona sia tramite il sito www.cislbrescia.it
Le domande vanno depositate entro il 15 luglio.