DESENZANO – Baby prostitute in due centri massaggi

0

Nei giorni scorsi è stato stroncato un canale di reclutamento di prostitute, che da Milano e dalla Cina venivano prelevate da un’organizzazione criminale di etnia cinese, che tratteneva circa il 60% dei proventi.
In modo particolare, le giovani ragazze si prostituivano in due centri massaggi della capitale del Garda, ma la squadra mobile di Brescia, dopo un periodo di indagine, ha appurato l’esistenza della fattispecie delittuosa e vi ha posto fine. Durante le perquisizioni gli agenti hanno trovato la documentazione relativa alla contabilità delle prestazione sessuali, che venivano offerte anche in altre case gestite nel bresciano. Dodici sono le persone finite sotto indagine, cinque delle quali, i boss, sono sottoposte alla misura della custodia cautelare in carcere. Gran parte delle ragazze, ovviamente giovani e prestanti, erano minorenni.