ANGOLO TERME – Omicidio Inversini: Franzini è stato rinviato a giudizio

0

Riceviamo dall’avv. Gerardo Milani, difensore di fiducia di Sergio Bianchini di cui parliamo nell’articolo, una richiesta di rettifica in merito alla posizione del suo assistito nel caso dell’omicidio di Claudio Inversini avvenuto nel giugno del 2012 e di cui scriviamo. In riferimento a quell’episodio, Sergio Bianchini non è stato rinviato a giudizio e non è stato colpito da alcun capo di imputazione come da noi erroneamente riportato prima di attuare la rettifica medesima. Il signor Bianchini è stato scagionato da ogni accusa ed è libero a tutti gli effetti. La redazione si scusa per l’errore riportato nell’articolo (qui di seguito modificato e corretto) .

Nel giugno dello scorso anno Claudio Inversini, 32enne di Angolo Terme, venne ucciso con un colpo sparato al volto nella frazione di Mazzunno. Per l’omicidio venne indagato Antonio Franzini e secondo gli inquirenti il movente del delitto sarebbe stata la gelosia. La ex fidanzata del Franzini, Erika, all’epoca dei fatti aveva infatti una relazione con Inversini.

Angolo InversiniL’udienza preliminare del procedimento s’è conclusa con un rinvio a giudizio: l’avvocato del Franzini Alberto Scapaticci ha dichiarato che immaginava tale esito. Sergio Bianchini, che si trovava col Franzini la notte della tragedia, è stato inizialmente sentito dagli inquirenti, ma per mancanza di prove è stato sollevato da ogni capo d’accusa ed è libero.

Franzini  s’è sempre professato innocente.