PESCHIERA – Il depuratore ha bisogno di interventi necessari

0

Il depuratore di Peschiera ha bisogno di interventi urgenti, ma le banche non sono disposte a finanziarli concedendo il credito. Così la Regione Veneto sta valutando la possibilità di costituire un fondo di garanzia per salvaguardare le acque di uno dei laghi più belli d’Italia.

Peschiera depuratoreNei giorni scorsi, infatti, a Venezia si sono incontrati gli assessori regionali all’Ambiente e ai Lavori Pubblici, i presidenti di Ags, società di gestione del servizio idrico integrato del territorio e di Depurazioni benacensi, società di gestione del depuratore consortile di Peschiera di proprietà per metà della Regione Veneto e per metà della Lombardia. Nel corso dell’incontro è stata decisa l’istituzione, nel giro di due o tre settimane, di due tavoli tecnici, uno con la Regione Lombardia per pianificare la programmazione degli interventi ed il recupero delle risorse economiche necessarie per l’adeguamento dell’impianto, uno con il ministero delle infrastrutture affidato a Maurizio Lupi per accelerare i tempi di adeguamento della normativa che regola i livelli del lago, essendo rimasta inalterata dal 1960.

In particolare, il costo delle opere di adeguamento previste si aggira attorno ai 13 milioni di euro, spesa che verrà sostenuta al 50% dalla Regione Lombardia ed al 50% dalla Regione Veneto. L’obiettivo è quello di potenziare il depuratore e di ripristinare la linea fanghi. La tutela del Garda necessita di interventi non più rinviabili, interventi che prevedono il raddoppio del collettore, l’eliminazione della sub lacuale, un nuovo depuratore bresciano per un totale di circa 200 milioni di euro.