LIMONE – Spaccio di droga e furto simulato: due soggetti nei guai

0

Oggi, giovedì 13 giugno , alle ore 10,00, i militari del locale comando stazione, nel corso di una specifica attività finalizzata alla repressione del consumo e spaccio di stupefacenti, hanno deferito in stato di libertà per i reati di omessa denuncia di armi, di detenzione abusiva di armi e di detenzione sostanza stupefacente ai fini personali G. E., classe 1985, domiciliato a Limone sul garda con precedenti di polizia. In particolare i militari Limoneeeeoperanti hanno sopreso lo stesso mentre era intento a consumare uno spinello con sostanza stupefacente di tipo hashish, e seguito perquisizione personale hanno rivenuto nella sua disponibilità un ulteriore spinello già confezionato. I militari hanno quindi esteso la perquisizione al domicilio del soggetto ove hannor ivenuto 4 katane con lame lunghe tra i 50 ed i 100 cm di lunghezza, uno nunchaku in legno e due coltelli da caccia con lama di 30 cm, tutte armi illecitamente detenute. Stupefacente e armi posti sotto sequestro. Il soggetto è stato altresì segnalato alla competente autorità prefettizia per la violazione amministrativa di cui all’art. 75 Dpr 309/90.

Sempre questa mattina i militari del locale comando stazione, al termine di una mirata attività investigativa, hanno deferito in stato di libertà per il reato di simulazione di reato P. G., classe 1965, residente a Rovereto (Tn) con precedenti di polizia. In particolare il soggetto aveva denunciato in data 25.09.2010 presso la questura di Trento il furto della propria autovettura Fiat Punto ed in data 30 maggio il rinvenimento della stessa presso il centro del Comune di Limone. Gli accertamenti esperiti dai militari hanno permesso di stabilire che il soggetto aveva simulato il furto dell’autovettura per evitare il pagamento della tassa di proprietà del mezzo. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro penale e affidata in custodia giudiziale.