VALCAMONICA – Record di piogge e boom della produzione elettrica

0

I danni della pioggia hanno messo in ginocchio il settore agricolo, ma si può guardare anche l’altra faccia della medaglia: la produzione di energia è salita vertiginosamente. L’abbondanza di acqua di questi mesi, infatti, ha consentito di incrementare la produzione di energia elettrica senza mettere mano alle riserve.

Valcamonica energia elettricaIn Valcamonica, le centrali di Edolo e Cedegolo ricevono acqua da bacini che si trovano in quota e che si riempiono nei mesi di giugno, luglio e ottobre, con lo scioglimento delle nevi e l’arrivo delle piogge autunnali. Come ha spiegato l’ingegner Ambrogio Piatti, il responsabile dell’idroelettrico della Valcamonica, dell’acqua scesa negli ultimi mesi non ne è stata usata nemmeno una goccia. Per le centrali con grandi bacini, infatti, la produzione di energia non è mai correlata direttamente alle precipitazioni atmosferiche.

In ogni caso, Cedegolo, grazie alle piogge abbondanti, ha già prodotto un 30% in più rispetto ai valori medi valutati in base all’analisi delle serie storiche, che si aggirano intorno ai 100 Gwh annui
Non va poi trascurato il fatto che nei primi mesi del 2013 il contributo alla copertura del carico elettrico derivato dalle energie rinnovabili è sensibilmente cresciuto e, di conseguenza, il minore impiego di combustibili fossili ha contribuito ad abbattere le emissioni di gas serra. Una conquista importante che si auspica possa dar vita ad una nuova era.