DESENZANO – Sconti sulla Tares per i bar che tolgono le slot machine

0

In consiglio comunale a Desenzano del Garda è stata fatta una proposta, che per molti potrebbe trasformarsi un’opportunità da non perdere: sconti sulla Tares per gli esercizi che eliminano macchinette e/o giochi elettronici, oltre ad un bollino blu che identifica i locali liberi da slot. Autore della proposta è Rino Polloni, il consigliere della Lega Nord, che ha anche definito un’articolata regolamentazione del gioco d’azzardo. Si tratta di un tema che negli ultimi tempi è stato percepito con particolare sensibilità: basti pensare che solo in Lombardia si spendono 1.284 miliardi di euro, mediamente 132 euro a testa, per i giochi, mentre i giocatori abituali, in Italia, sono 15milioni, 2 dei quali corrono il rischio di incorrere in una vera e propria patologia.

Seminole Indian Reservation Opens New Casino In EvergladesDa qui l’avvertita esigenza di Polloni di porre freno all’espansione delle sale giochi e dei giochi d’azzardo in generale. Il regolamento si compone di 26 articoli che si rifanno alla normativa nazionale e mirano a rafforzarne i limiti e le garanzie. Sul territorio non ci sono vincoli all’insediamento di sale giochi polivalenti, sale scommesse, bingo e simili, pertanto la proposta effettuata dal consigliere della Lega opera una distinzione tra i giochi che prevedono una vincita in denaro e gli altri. Poi impone che la nuova apertura od il trasferimento dei giochi siano subordinati al rispetto della distanza di 300 metri da luoghi sensibili, come le scuole, i centri giovanili, i cimiteri, i luoghi di culto, gli istituti frequentati dai giovani, gli ospedali, le strutture socio sanitarie, balneari e ricettivi, i giardini pubblici, gli spazi verdi attrezzati. La distanza scende a 100 metri in caso di banche, bancomat, poste, compro oro e preziosi, agenzie di pegno. Inoltre, secondo la proposta di Polloni potranno insediarsi solo dove il Piano urbanistico comunale prevede queste strutture; dovranno avere una superficie minima di 100 metri quadri e dovranno essere dotate di parcheggio. Per l’installazione delle slot servirà un’apposita autorizzazione comunale e vigerà il divieto di fare pubblicità alle sale gioco.

Inoltre, chi rinuncerà alle slot e giochi potrà beneficiare, nella proposta del consigliere del Carroccio, di uno sconto sulla Tares o plateatico. Avrà inoltre diritto al bollino blu.