DESENZANO – L’estate sul Garda con i parcheggi a pagamento

0

Le zone a sosta blu, nella capitale del Garda, diventano sempre più numerose e si estendono anche al di fuori del centro storico e del lungolago.  Tra le novità, anche la circostanza che, per motivi di natura economica, s’è deciso di archiviare i progetti che prevedevano la realizzazione dei parcheggi sotterranei della Maratona e di piazza Cappelletti. Questo è quanto emerso nell’incontro dei giorni scorsi fra l’amministrazione Leso e i rappresentanti delle associazioni di categoria Ascom, Cofesercenti, della Fondazione Desenzano sviluppo turistico dell’Associazione albergatori.

Desenzano parcheggiIn modo particolare, in materia di sosta, sono tre le zone interessate da novità: all’area di via Vighenzi, già a pagamento con tariffa agevolata per i frequentatori di Desenzano, si aggiungeranno i parcheggi della Spiaggia d’Oro, dove i posti sono in totale 180. Anche qui il parcheggio diverrà a pagamento, con tariffa di 50 centesimi per la prima ora, 1 euro per la seconda e la terza, 50 centesimi per quelle successive, fino al una spesa massima di 5 euro per la tariffa giornaliera. L’obbligo di pagare per sostare si protrarrà fino al mese di settembre. In autunno, dopo i lavori di riqualificazione, diventerà a pagamento anche il parcheggio della Maratona, oggi gratuito. Le stesse sorti spetteranno anche ai 54 nuovi posti che l’amministrazione intende realizzare nel parcheggio del Vallone.

Alla Zattera di Rivoltella, invece, non si pagherà, ma diverrà obbligatorio apporre il disco orario, essendo consentita una sosta massima di 90 minuti.

A tutto ciò deve poi aggiungersi che nei parcheggi regolati a parcometro la tariffa per la prima ora di sosta è salita, passando da 10 a 50 centesimi. Residenti e turisti si vedranno dunque costretti a spendere di più per la sosta, sebbene nel 2012 siano ingenti le risorse introitate dal Comune a tale titolo, 1.301.509 euro. In ogni caso, i provvedimenti con i quali sono state apportate modifiche alla sosta a pagamento nella capitale del Garda verranno revisionati a novembre, quindi qualche ulteriore modifica potrebbe essere introdotta.

Tra i provvedimenti adottati, uno in particolare ha suscitato contestazioni: si tratta di quello con cui s’è decisa la chiusura notturna, dalle 21 alle 7 del mattino, del lungolago nel tratto fra l’Hotel Vittorio e la Navigarda. Il divieto sarà operativo dal 15 giugno al 15 settembre. A lamentarsi sono i commercianti del centro, che hanno chiesto verifiche e temono che la chiusura possa poi finire col protrarsi per tutto l’anno, cagionando loro un ingente danno.

L’amministrazione capitanata dal sindaco Rosa Leso ha annunciato anche che quest’anno non ci saranno revisioni sui plateatici e che per Rivoltella sono allo studio provvedimenti volti a rilanciarne il centro storico.