DARFO – Combattere la crisi? Si può con “Spesa amica” dei Servizi sociali

0

Visto il periodo economico nel quale l’Italia versa, sempre più numerose sono le famiglie in difficoltà. Il Comune di Darfo ha deciso di intervenire a loro sostegno ed ha avviato un’iniziativa battezzata “Spesa amica”: nata dai Servizi Sociali del municipio, mira ad offrire sostegno ai soggetti che più sono stati esposti agli effetti negativi della crisi economica, in particolare lavoratori alle prese con la contrazione o la scomparsa del reddito.

Darfo Spesa amicaIn modo particolare, l’operazione prevede l’erogazione di buoni cartacei dal valore di 40 euro che potranno essere spesi per l’acquisto di beni di prima necessità presso alcuni esercizi commerciali aderenti all’iniziativa. Gina Gaioni, assessore ai Servizi Sociali, ha spiegato che in municipio è stato deciso di destinare 10.600 euro al progetto per andare incontro alle esigenze dei nuclei familiari disagiati. Ha aggiunto che ad ora sono già state presentate 30 domande e sei esercizi commerciali hanno già aderito all’iniziativa.

Un buon inizio, insomma. I buoni spesa verranno assegnati in base alle graduatorie ai nuclei familiari il cui indice Isee è pari o inferiore a 7.500 euro annui e a quelli in fase di criticità lavorativa. Il bando per l’assegnazione sarà aperto fino al 21 giugno e le domande di partecipazione dovranno essere compilate utilizzando il modulo in distribuzione nella sede del Comune, che si può anche scaricare dal portale internet www.darfoboarioterme.gov.it. Le richieste devono essere presentate all’ufficio Protocollo, mentre il settore Servizi Sociali è disponibile per fornire informazioni su appuntamento.

Gina Gaioni ha concluso spiegando che “Spesa amica” non è l’unica proposta civica offerta dal Comune in questo campo: ci sono anche le case comunali, i bonus, i voucher per i disoccupati, i sostegni per gli affitti. Insomma, si interviene in più direzioni per offrire aiuto.