DESENZANO – “Libro Giovani”, premiato il libro di Paola Predicatori

0

La premiazione della nona edizione del concorso letterario “Libro Giovani” si terrà domani, sabato 1 giugno 2013 alle ore 10, nella Biblioteca civica “Angelo Anelli” di Desenzano del Garda. Con la presentazione di Simonetta Bitasi, consulente del premio, e la partecipazione di Pier Luigi Guainazzi, co-fondatore di Libro Giovani, verranno consegnati premi all’autore che ha ottenuto più consensi ed ai giovani che hanno partecipato attraverso il voto e le schede critiche. Sarà presente la scrittrice Paola Predicatori, premiata per “Il mio inverno a Zerolandia” edito da Rizzoli.

Desenzano librogiovaniLa premiazione giunge a conclusione di una serie di iniziative rivolte agli adolescenti per incentivare la lettura nella fascia d’età dai 14 ai 20 anni. Il progetto è stato realizzato dai Comuni di Desenzano del Garda, Asola, Castiglione delle Stiviere e Guidizzolo con la collaborazione delle rispettive biblioteche civiche e degli Istituti Superiori “Liceo Bagatta”, “I.T.C./I.P.C. Bazoli-Polo”, “C.F.P. Zanardelli”, “I.P.S.S.A.R. Caterina De’ Medici” di Desenzano, “Falcone” di Asola, “Liceo Ragioneria Francesco Gonzaga”, “C.F.P. FOR.MA”, “Casa del Giovane Don Bottoglia” di Castiglione e “I.S.A. Istituto Statale d’Arte” di Guidizzolo. Hanno partecipato attivamente 9 Istituti, 64 classi e 1.495 alunni ai quali sono state fornite 1.100 copie dei 10 titoli in concorso, selezionati da una Commissione formata dalle biblioteche partecipanti e dagli insegnanti di riferimento degli Istituti scolastici.  Sono stati tenuti  incontri a Desenzano, Asola, Guidizzolo, Castiglione con la giovane scrittrice Paola Predicatori.

Fra tutti coloro che hanno espresso un voto (quest’anno, 621 studenti) verranno assegnati tre buoni acquisto libri del valore di 100 euro. In palio ci sono anche quattro buoni acquisto del valore di 150 euro per le migliori schede critiche.

Di seguito il programma dell’iniziativa: alle ore 10 è previsto l’arrivo degli invitati ed il saluto delle autorità rappresentanti dei Comuni partecipanti; alle ore 11 ci sarà la premiazione del libro vincitore: “Il mio inverno a Zerolandia” di Paola Predicatori. Seguiranno, alle 11.15, le premiazioni delle migliori schede critiche e degli studenti sorteggiati, mentre alle 12 ci saranno i saluti finali, con aperitivo a buffet.

Paola Predicatori è nata nelle Marche e vie a Milano, dove lavora nel mondo dell’editoria. Questa è la trama del suo primo romanzo, “Il mio inverno a Zerolandia”: Alessandra ha diciassette anni quando la sua mamma muore dopo una lunga malattia. Rimasta sola con la nonna, torna a scuola decisa a respingere le attenzioni dei compagni che sente estranei, impegnata com’è nella manutenzione del suo dolore. Per questo cambia banco e prende posto vicino a Gabriele detto Zero, la nullità della classe: desidera solo essere ignorata dagli altri, come succede a lui. Ma Zero è più interessante di quanto sembra. Ha una gran passione e un vero talento per il disegno; nella sua apparente noncuranza è attento e sensibile; è lui a soccorrere Ale sbucando inaspettato al suo fianco quando lei ha bisogno di aiuto. Piano piano un sentimento indefinibile prende forma tra le pareti della classe e la spiaggia d’inverno, grigi fondali di una storia semplice e complicata insieme: perché Alessandra è tanto lucida nel rivisitare il ricordo della madre quanto confusa nel prendere le misure di se stessa e di ciò che prova. E Gabriele è abilissimo a sparire proprio quando lei scopre di volerlo vicino. E’ la voce di Ale, ruvida nel dare conto del presente, dolcissima nell’evocare il passato, a raccontarci la storia di una perdita, una storia di scuola, una goffa, incerta storia d’amore. Il mio inverno a Zerolandia è tutto questo. E dimostra che la somma di due zeri non è zero, ma molto, molto di più.

Il titolo “Il mio inverno a Zerolandia” è risultato vincitore con 84 voti validi, 4 voti non validi, 78 voti positivi, 6 voti negativi. Al secondo posto il romanzo “La stella nel pugno”, seguito da “Muoio dalla voglia di conoscerti”.