BASSO GARDA – Salvini tiene a battesimo tre nuove sezioni della Lega Nord

0

Un altro tassello si aggiunge al progetto di radicamento territoriale del Carroccio. Il segretario nazionale della Lega Lombarda, Matteo Salvini, lo scorso fine settimana ha tenuto a battesimo le tre nuove sedi di Manerba, Desenzano e Carpenedolo. Ad accompagnarlo in questo percorso di consolidamento della Lega sul Garda il neodeputato Stefano Borghesi ed il Segretario Provinciale Fabio Rolfi.

inauguralegaAlla presenza di una platea di fedelissimi, l’europarlamentare ha introdotto il dibattito facendo un’attenta e precisa disamina della situazione odierna, fotografando alcune problematiche che affliggono la Lombardia ed il Nord Italia in genere. Battaglia contro l’Imu ed Equitalia, politiche a favore delle famiglie e dei giovani, difesa del reato di immigrazione clandestina, trattenuta del 75% delle tasse sul territorio rimangono i cardini del progetto. “Ma dobbiamo rischiare ed osare – ha aggiunto Salvini – non c’è più tempo per aspettare e rispettare le regole di Bruxelles e Roma. C’e’ tanto da lavorare, e se siamo bravi a lasciare fuori le polemiche recuperiamo tutti i voti andati in soffitta e ne prendiamo di nuovi.”

Sulla stessa linea anche l’On. Stefano Borghesi, membro della Commissione Bilancio della Camera, che ha sottolineato la necessità di tutelare le diverse attività economiche che hanno sinora trainato l’intero Paese. “Il problema del ritardo dei pagamenti alle imprese private da parte della pubblica amministrazione e l’eccesso di burocrazia – ha affermato – rappresentano un serio limite allo sviluppo del tessuto produttivo del territorio”.

In qualità di consigliere regionale, anche Fabio Rolfi si è messo a disposizione per risolvere gli annosi problemi della zona: dall’urgente realizzazione di un nuovo depuratore sulla sponda occidentale del Garda sino alla salvaguardia di ciò che rimane delle colline moreniche.

In un momento di forte declino e con una reputazione da ricostruire dopo gli scandali dello scorso anno, le sezioni inaugurate hanno eletto come segretari tre trentenni cresciuti nel Movimento Giovani Padani, tradizionalmente più vicino alle piazze che ai palazzi: Dario Lavelli a Manerba, Paolo Formentini a Desenzano e Stefano Mora a Carpenedolo.