SIRMIONE – Tre rumeni arrestati per furto aggravato: via 150 euro da un bar

0

Lo scorso 28 maggio, il personale della Stazione locale, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, con prioritario riferimento all’attività di contrasto alla recrudescenza dei reati contro il patrimonio, ha arrestato per furto aggravato in concorso tre cittadini rumeni di 28, 26 e 25 anni, tutti celibi, nullafacenti e pregiudicati.

Sirmione rumeniIn modo particolare, i tre rumeni, verso le  01.30, dopo aver sfondato, con un blocco di cemento, la porta d’ingresso dell’esercizio “Bar Baiada”, situato in via Alfieri 6, si sono introdotti all’interno del locale e hanno asportato dal registratore di cassa la modesta somma di € 150.00, dileguandosi poi velocemente a bordo di un’Audi A3. I militari, prontamente intervenuti sul luogo a seguito dell’allertamento pervenuto alla locale Centrale Operativa mediante inserimento del sistema d’allarme dell’esercizio pubblico, hanno predisposto un’immediata cinturazione dell’area interessata al fine di rintracciare e bloccare, dopo un breve inseguimento, l’autovettura con a bordo gli stranieri.

A seguito di perquisizione veicolare sono stati rinvenuti alcuni blocchi in cemento, utilizzati per l’effrazione di vetrine e porte d’ingresso in cristallo, numerosi arnesi da scasso, svariate paia di guanti antiscivolo professionali, diversi capi di vestiario, tra i quali anche quelli utilizzati durante la commissione del furto, come successivamente evidenziato dalle riprese del sistema di videosorveglianza installato nelle vicinanze del Bar Baiada.

I militari in queste ore stanno accertando l’esatta provenienza dell’autovettura in uso agli stranieri. Dopo la convalida degli arresti ed in attesa della celebrazione del rito direttissimo, i tre cittadini rumeni sono stati sottoposti due alla misura cautelare degli arresti domiciliari ed uno all’obbligo di dimora presso le rispettive abitazioni.