BRESCIA – CRE-LO-VE, bilancio, nuove cariche e un convegno digitale

0

(Update 29-5 h 11,20) Il Credito Lombardo Veneto organizza una tavola rotonda su “Brescia: un futuro anche digitale” che si terrà lunedì 10 giugno alle ore 17 nella Sala Polifunzionale di via Orzinuovi 75 a Brescia. Ci sono vari incontri e testimonianze per i soci e la città.

LOCANDINA DELLA GIORNATA

(27-5 h 22,29) Sabato 25 maggio, presso la sede di via Orzinuovi 75, a Brescia, si è tenuta l’assemblea dei soci di Credito Lombardo Veneto S.p.A. per l’approvazione del bilancio 2012 e il rinnovo delle cariche sociali per il triennio 2013-15. Nel corso dell’anno 2012 è stata esclusivamente effettuata l’attività di approntamento di strutture, processi e personale funzionali all’esercizio dell’attività bancaria, avviata l’11 marzo. Il bilancio dell’anno, approvato all’unanimità, si è chiuso con un disavanzo di 34.962 euro coperto con la riserva straordinaria costituita negli esercizi precedenti.

Credito Lombardo VenetoSempre all’unanimità, e in nome della continuità gestionale nella delicata fase di start up della nuova banca, per il triennio 2013-15 l’assemblea dei soci ha confermato nella carica gli amministratori del precedente triennio, ovvero: Gianluigi Bertini, Aldo Bonomi, Giambattista Bruni Conter, Giancarlo Dallera, Armando Donati, Pier Luigi Ferretti, Attilio Franchi, Carlo Jannone, Alfredo Scotti, Franco Spinelli e Franco Ziliani. All’unanimità, Franco Spinelli è stato riconfermato presidente del Consiglio di Amministrazione, mentre Aldo Bonomi e Giambattista Bruni Conter sono stati riconfermati vice presidenti.

Una decisione analoga ha riguardato l’intero collegio sindacale, che per il prossimo triennio risulterà quindi composto come segue: Leonardo Cossu presidente, Claudio Capezzuto e Giorgio Mazzoletti sindaci effettivi, Aldo Foresti e Paolo Pintossi sindaci supplenti. Esaurite le delibere di cui all’articolo 2364 del Codice Civile, il presidente Franco Spinelli ha relazionato l’assemblea sull’andamento della Banca, soffermandosi in particolare sui seguenti punti:

– Il 21 maggio, Credito Lombardo Veneto S.p.A. ha ricevuto dall’Autorità di Vigilanza il nulla osta all’aumento di capitale “fino a 7 milioni di euro”;

– Grazie al fatto che l’aumento deliberato è già stato sottoscritto interamente, da nuovi soci per quasi 5 milioni di euro e dai primi soci per la parte rimanente, il capitale sociale salirà dagli attuali 25 milioni di euro a 32 milioni;

– Sempre in data 21 maggio, il Consiglio di Amministrazione della Banca ha approvato il collocamento di un primo Prestito Obbligazionario a 3 e 5 anni, finalizzato ad arricchire il menu prodotti di Cre.Lo-Ve e a stabilizzarne parte della Raccolta;

– Al 22 maggio, quindi a sole nove settimane dall’avvio dell’operatività con il pubblico, la raccolta della banca era ormai prossima ai 18 milioni di euro. Alla luce di tale dato, la banca risulta già in grado di avviare una consistente attività anche sul fronte degli impieghi.