VAL DI SCALVE – Alla scoperta delle Orobie

0

Saranno le miniere di Schilpario e i formaggi della Val di Scalve i protagonisti del primo appuntamento di Parco Vivo 2013, la kermesse di appuntamenti organizzata anche quest’anno dal Parco delle Orobie Bergamasche per far conoscere le bellezze uniche, la storia centenaria e le tradizioni secolari custodite dalle montagne bergamasche.

Per il sesto anno consecutivo e sull’onda del successo delle passate edizioni, ad attendere grandi e piccini, appassionati di montagna ed escursionisti alle prime armi, un calendario fitto di appuntamenti unici per conoscere da vicino le ricchezze e i tesori custoditi dalla più grande area ad elevata naturalità tra i parchi regionali lombardi.orobie top

Si inizia sabato 1 giugno con una visita alla Miniera di Schilpario in compagnia delle guide della cooperativa Skimine.
A piedi, o a bordo dei trenini che transitano lungo la ferrovia originale, si percorreranno i percorsi utilizzati da tante generazioni di minatori, con la possibilità di accedere alla documentazione fotografica d’epoca e osservare oggetti e utensili usati per secoli nel faticoso lavoro in miniera.
Alle 12 sarà invece possibile assistere alla stagionatura del formaggio da parte dei maestri della Latteria di Scalve, prendere parte alla degustazione di prodotti tipici locali e assistere alla presentazione del progetto “Stagionatura del formaggio in miniera”.
Alle 14 inizieranno le bancarelle dedicate ai prodotti tipici seriani a cura della Latteria di Scalve, con esposizione e vendita di creazioni artigianali. Il ritrovo è alle 9.30 alle Miniere ed è richiesto un contributo di 7 euro per adulti e bambini.
È consigliato prenotare mandando un mail a segreteria@parcorobie.it e lasciare l’auto al parcheggio gratuito in via Fondi. Per l’occasione alcuni ristoranti proporranno per il pranzo il menù “Parco Vivo” a base di piatti tipici al prezzo speciale di 12 euro.

A seguire, domenica 30 giugno, sarà la volta di un’escursione guidata in compagnia degli accompagnatori di PromoSerio, alla scoperta di una delle valli più affascinanti di tutta la Lombardia, la Val Sanguigno. Un’occasione unica per conoscere le caratteristiche straordinarie di questo piccolo paradiso inviolato, risultato della presenza di particolari condizioni ecologiche e della fertile compresenza di roccia, acqua e vegetazione, che favoriscono la vita di specie animali e vegetali di elevatissimo interesse scientifico e conservazionistico. Il ritrovo è fissato per le 9.30 alla centrale di Aviasco. download
Per il pranzo è possibile usufruire del menù “Parco Vivo” a base di piatti tipici al prezzo speciale di 12 euro al Rifugio Gianpace.
Prenotazione obbligatoria entro il 27 giugno rivolgendosi al Parco delle Orobie Bergamasche (segreteria@parcorobie.it, Tel 035 224249, fax 035 219333).

Per il weekend del 19 e 20 luglio protagonista sarà l’orso nello splendido scenario del Rifugio Laghi Gemelli, situato a 1968 metri, dove l’orso nel 2008 e nel 2009 ha lasciato impresse le sue tracce e nel 2012 si è fatto osservare da molti escursionisti sulle rive dell’omonimo lago. Il ritrovo è fissato alle 18.30 di sabato 19 luglio al rifugio, raggiungibile a piedi su sentiero CAI da Carona in 3 ore o da Roncobello in 2 ore.
Dopo cena Carlo Frapporti, che da 30 anni si occupa di orsi, con una presentazione ricca di filmati, spiegherà la biologia dell’orso, i conflitti con il mondo zootecnico e i comportamenti da adottare in caso di avvistamento.
Il giorno successivo la faunista Chiara Crotti guiderà il gruppo alla scoperta delle tracce dell’orso nel suo habitat naturale attraverso una piccola escursione nella zona del rifugio. Vitto e alloggio in mezza pensione al rifugio “Lago Gemelli” saranno offerti a tariffa agevolate “Parco Vivo” al costo di 35 euro. L’escursione è a numero chiuso con prenotazione obbligatoria entro sabato 13 luglio rivolgendosi al Parco delle Orobie Bergamasche.

Domenica 28 luglio e domenica 4 agosto sarà la volta di Alturalmente – Note di mezza estate, tre concerti in alta quota nelle valli bergamasche per apprezzare la bellezza suggestiva della montagna e musiche popolari di qualità. Si esibiranno l’Orchestra fiati a pieno organico, diretta da Gabriele Comeglio, con Emilio Soana e il polistrumentista Gianluigi Trovesi, e altri ospiti d’eccezione come Claudio Angeleri, Veronika Kralova e Gianni Bergamelli. Il 28 luglio l’appuntamento è alle 11 al Passo della Presolana – Località Donico e alle 18 a Valgoglio – Località Centrale di Aviasco, mentre il 4 agosto la musica risuonerà dalle 11 a Foppolo. Per informazioni contattare l’ Associazione Culturale Orchestra Salmeggia (Gianni Bergamelli tel. 33850660756, sito web www.giannibergamelli.it, email gianni.bergamelli@libero.it).

Infine, sull’onda del successo degli scorsi anni, anche per quest’estate il Parco delle Orobie propone all’interno di Parco Vivo, “Pagine Verdi”, ciclo di appuntamenti pomeridiani con la natura e la cultura orobiche nei luoghi più suggestivi del Parco. Tra luglio, agosto e settembre sono in programma incontri naturalisti e autori, che daranno anche ai meno abituati a parlare il linguaggio della natura la possibilità di conoscere le tradizioni e le peculiarità del Parco delle Orobie Bergamasche. I pomeriggi si concluderanno con visite guidate alle aziende attive nelle varie aree con la possibilità di assaggiare prodotti tipici o di gustare una succulenta cena nei tanti ristoranti convenzionati con l’iniziativa.

“Parco Vivo è una tradizione che si rinnova con successo anno dopo anno, perseguendo il medesimo obiettivo di creare nuove occasioni per conoscere il Parco delle Orobie e offrire inediti spunti e originali punti di vista per scoprire le nostre montagne e le tante storie e tradizioni che gelosamente conservano – ha commentato Yvan Caccia, Presidente del Parco delle Orobie Bergamasche -. Quest’anno abbiamo voluto concentrarci sulle peculiarità naturalistiche delle nostre montagne con escursioni ed eventi culturali che permettano da un lato di vedere da vicino le bellezze del Parco e dall’altro di conoscere e apprezzare la cultura enogastronomica, musicale e artigianale che le Orobie conservano intatte da secoli. Non mancherà infine l’opportunità di conoscere meglio l’orso e il suo territorio, sul quale si concentra la partecipazione del Parco all’incredibile appuntamento dell’Expo 2015”

Il calendario completo di tutti gli appuntamenti di Parco Vivo 2012 è consultabile sul sito www.parcorobie.it.