DESENZANO – Al Lavagnone i resti di una ragazza

0

Durante gli scavi effettuati nel sito archeologico del Lavagnone dall’Università degli Studi di Milano, sono stati rinvenuti i resti della mandibola e di parte del cranio di una ragazza vissuta circa 3.500 anni fa. Il ritrovamento è di estremo interesse storico e si unisce ai resti trovati nella palafitta del Lucone, a Polpenazze, di un bambino di 3 anni vissuto circa 4.000 anni fa. Durante l’estate saranno aperte al pubblico delle mostre volte ad illustrare i ritrovamenti, gli usi ed i costumi del popolo dei laghi nell’età del Bronzo.