LUMEZZANE – In migliaia per l’ultimo saluto al tifoso Andrea Toninelli

0

(Update 28-5 h 23,30) Per i funerali di Andrea Toninelli, fissati mercoledì 29 maggio alle ore 16 nella parrocchiale di San Sebastiano a Lumezzane, è stata annunciata una massiccia presenza di tifosi e quadri dirigenti del Brescia Calcio, del Lumezzane, oltre che delegazioni delle altre ventuno squadre di serie B, dell’Atalanta, Inter e Milan. Saranno quindi in migliaia a porgere l’ultimo saluto ad Andrea, pertanto la locale stazione dei carabinieri ha disposto un supplemento di servizio d’ordine per assicurare una normale viabilità. Contestualmente sono state individuate apposite aree di sosta.

1) Piazza Paolo VI in zona Sant’Apollonio;
2) Saranno aperti i cancelli delle scuole Bachelet di via Montini e si potrà quindi utilizzare il parcheggio interno;
3) Si potrà sostare su via Ragazzi del ’99;
4) Piazza Bianchi, a lato della chiesa di San Sebastiano, sono stati riservati i parcheggi con priorità ai pullman che trasporteranno i tifosi, così come l’intero piazzale delle piscine dove potranno sostare gran parte di pullman e auto;
5) Si potrà parcheggiare nel piazzale Eurospin;
6) sarà disponibile il piazzale Frabosk di fronte al cimitero unico.

Si consiglia vivamente di non occupare le vie interne e laterali e non lasciare le auto sulle vie Monsuello e Massimo d’Azeglio per consentire il transito ai veicoli e ai mezzi di emergenza. Si consiglia, infine, ai gruppi e alle associazioni di organizzarsi con il trasporto in pullman.

(27-5 h 18,59) Lumezzane è attonita, il timido sole ricomparso dopo giorni di pioggia non scalda i cuori di quanti, in queste ore, stanno condividendo il dolore di una famiglia che ha perso un figlio. Nell’autobus che si è ribaltato alle 4 della scorsa notte, all’altezza di Bagnolo Mella, c’era anche Andrea Toninelli. Insieme ad una cinquantina di giovani aveva partecipato alla trasferta per assistere alla partita Livorno-Brescia. Sulla strada del ritorno, sulla A 21, all’altezza di Bagnolo Mella, a pochi chilometri da casa, l’incidente che gli è costato la vita. “Tra un’ora sono a casa”.

Andrea Toninelli scomparso la scorsa notte nel tragico incidente

Così Andrea Toninelli nell’ultimo contatto telefonico col papà Ivar, erano le 3 e mezza della scorsa notte e il padre era preoccupato. Alle 6 lo aspettava il primo turno alla Camozzi dove Andrea lavorava nel reparto montaggio. Alle 5 un’altra telefonata e il cellulare squilla a vuoto. Cresce la preoccupazione, all’alba la nonna paterna, Anna, apprende da un telegiornale quanto è accaduto. Subito si pensa al peggio. Putroppo cosi è stato. Il dolore, troppo grande, è palpabile al civico 44 di via Colle Aventino dove in tanti sono vicini alla mamma Patrizia Pasotti, al papà Ivar e al fratello Alessio, 17 anni, studente all’Itc di lumezzane. C’e poca voglia di parlare di fronte ad una tragedia così grande.

Un giovanotto, Andrea, senza grilli per la testa, tifoso dell’Inter e ultimamente anche del Brescia, passione che aveva ereditato dal padre, tifoso delle rondinelle. Parenti e amici fanno quadrato, alla mamma e al papà si avvicinano solo i parenti più stretti, gli amici più intimi, in attesa che la salma di Andrea ritorni a Lumezzane. Entro sera sarà nella casa paterna. Davanti alla santella che fa da recinzione alla villetta sarà celebrata una messa. I funerali alle 16 di mercoledì nella parrocchiale di San Sebastiano. Andrea Toninelli riusciva a conciliare il lavoro con la sua passione per il calcio, le sue squadre del cuore, il Lumezzane e l’inter in testa e poi il Brescia. Frequentava assiduamente l’oratorio, era presente all’inaugurazione del nuovo campo di calcio.

“Un bravo ragazzo, attivo, sempre presente quando c’era bisogno” commenta don Mauro Rocco, curato della frazione di San Sebastiano. L’intera comunità di Lumezzane in queste ore esprime cordoglio e vicinanza alla famiglia Toninelli, conosciuta e stimata. Incessante il via vai di parenti e amici nella casa di via Colle Aventino dove abitano a pochi metri di distanza uno dall’altro zii, cugini e nonni di Andrea. Avrebbe compiuto  23 anni il prossimo 2 luglio. La sua passione calcisitica, stavolta lo ha tradito.