BAGNOLO MELLA – La “questione stoccaggio” in assemblea pubblica

0

È fissata per mercoledì, con inizio alle ore 20, presso la Sala Filanda di Palazzo Bertazzoli, l’assemblea pubblica destinata ad approfondire e ad analizzare il progetto di immagazzinamento di gas naturale nel giacimento di Bagnolo, Capriano e Dello.

Bagnolo1Alla serata, fortemente voluta dall’Amministrazione guidata dal sindaco Cristina Almici, parteciperanno gli esperti che compongono il Comitato tecnico che lo stesso Comune di Bagnolo ha incaricato di esaminare un disegno così complesso: “Sin dall’inizio del nostro mandato – è la spiegazione della stessa Almici e dell’assessore all’ambiente Rossini – abbiamo cercato di procurarci tutte le informazioni possibili per avere un quadro dettagliato e preciso della situazione visto che si tratta di una questione che ci sta particolarmente a cuore. In effetti quando vengono coinvolte la salute dell’ambiente e, di conseguenza, quella della nostra comunità, dobbiamo mantenere la massima attenzione. In questi anni, dunque, non solo abbiamo cercato di approfondire il progetto in tutte le sedi opportune, organizzando noi stessi tavoli di confronto per esaminare la situazione, ma abbiamo anche deciso di sottoporre l’esame del progetto all’analisi di un Comitato Tecnico composto da esperti molto qualificati. Proprio i tecnici che mercoledì sera esporranno a tutta la comunità bagnolese il frutto del loro lavoro. E’ per questo che invitiamo fin d’ora tutti i bagnolesi a partecipare a questa assemblea pubblica. Potranno così ascoltare la relazione degli esperti con le loro orecchie e farsi un’idea personale di questo progetto”.

Dopo tutti gli esami, i confronti e le analisi (compresa quella della situazione delle località dove è già in corso questo stesso progetto in Lombardia e in Emilia, zona quest’ultima che è stata pure interessata dal terremoto dello scorso anno) di questi mesi, dunque, quella che è stata ribattezzata la “questione stoccaggio” potrebbe ricevere un contributo determinante. Mercoledì sera a Bagnolo presenterà la sua relazione tanto attesa il Comitato tecnico. Un gruppo di esperti coordinato dal dottor Giovanni Bassi, geologo professionista e consulente del Comune di Bordolano (dove è presente un analogo impianto di stoccaggio) e composto dal professor ing. Giuseppe Maschio, docente all’Università di Padova (principi e impianti di ingegneria meccanica) ed esperto in valutazione del rischio di incidente connesso al progetto di trasformazione a stoccaggio del gas naturale, dal professor Cesare Perotti, docente all’Università di Pavia (scienze della terra e dell’ambiente) ed esperto di conoscenze geologiche, e dal dottor Paolo Augliera, esperto in sismologia e membro dell’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia. Dallo loro competenza e dalle loro conoscenza tutti i bagnolesi si attendono risposte precise ed esaurienti su una vicenda così delicata ed importante.