SARNICO – Borse di studio a Sarnico: il comune premia il merito

0

Verranno consegnate domani,  il prossimo 23 maggio,  le borse di studio che la nostra amministrazione comunale ha deciso di assegnare a studenti di Sarnico che si sono distinti per il merito e l’impegno nello studio.

Si tratta di 15 alunni, 5 maschi e 10 femmine, frequentanti il liceo scientifico, il liceo artistico, il liceo socio pedagogico, l’IGEA, l’ITIS, il turistico, l’istituto professionale per servizi commerciali e l’istituto professionale per il commercio.CA4URQY8CAMW042ICAGITV5PCALKGMQUCA3JN289CAGG8RL6CAOHC9L0CAEES7K3CAXEDXIYCAYGU82ICAIM9VEWCAPI083MCA1X6KKJCA77MVTCCAFC41Q2CAVRB2U3CAE6CCJ5CABZUEN6

L’amministrazione ha deciso di premiare tutti gli studenti che avevano fatto richiesta per la borsa di studio volendo riconoscere il loro impegno ed i risultati ottenuti durante l’anno scolastico 2012/2013.

“E’ giusto sottolineare- ha precisato Vice Sindaco e Assessore all’Istruzione Romy Gusmini – come l’amministrazione, nonostante il periodo di tagli dei trasferimenti statali, non rinunci in alcuna occasione a fornire il suo indispensabile sostegno al mondo della scuola e anche agli studenti.

Abbiamo deciso di non utilizzare, come unico criterio per l’assegnazione, quello del reddito; al contrario abbiamo voluto premiare anche gli studenti che, pur non soddisfando criteri reddituali, hanno dimostrato di aver messo al primo posto l’impegno scolastico ottenendo per questo ottimi risultati.

Peraltro la nostra amministrazione non accoglie solo le richieste di borse di studio da parte degli alunni: ogni anno concentriamo i nostri sforzi, non solo economici, nel piano di diritto allo studio che puntualmente accoglie le richieste provenienti dagli istituti scolastici della nostra cittadina.

Un compito ed un dovere per noi, che continuiamo a rispettare anche in momenti, come detto, di ristrettezze”.

Per l’anno scolastico 2013/2014 l’amministrazione comunale ha già previsto un ulteriore contributo: a fronte di nuove e crescenti richieste di adesione al servizio mensa scolastica il Comune ha infatti fatto sì che nessuna domanda venisse respinta, evitando quindi di creare meccanismi di selezione inopportuni: “Da 170 richieste siamo passati a 200- continua il Vice Sindaco Gusmini. Abbiamo quindi lavorato affinchè la scuola non fosse costretta a dover rifiutare il servizio mensa a qualche alunno: ci siamo preoccupati, naturalmente, non solo di garantire i posti e gli spazi per tutti ma anche assistenza e sicurezza per gli alunni durante l’orario pasti”.

E, per rimanere in tema di alimentazione, l’amministrazione comunale in collaborazione con la società che gestisce i pasti, lancerà per il prossimo anno scolastico un corso di educazione alimentare rivolto a tutti i genitori. Grazie all’aiuto di un cuoco, i genitori potranno rendersi conto di come, partendo e rispettando le tabelle nutrizionali legate all’età del bambino, si possano preparare piatti gustosi, prelibati e soprattutto sani.